Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 78 del 01 Aprile 2006 delle ore 19:30

L’amministrazione pubblica verso il web

Provincia. Si potrebbe presentare un quadro di “front office” in questo modo: servizi di informazione, indirizzo dell’ utenza e fornitura di modulistica; forme di democrazia elettronica (accesso agli atti, mail agli uffici e/o agli amministratori, forum); forme di interazione diretta dei cittadini con gli uffici degli enti locali (controllo diretto stato pratiche, formulazione on line di istanze). Ad oggi il quadro della Provincia di Savona si presenta nel seguente modo:
– 69 comuni appartenenti al territorio provinciale;
– 42 dispongono di un sito internet;
– 27 non hanno sito internet.
Dei 42 citati 27 hanno una popolazione inferiore a cinquemila abitanti.
Qui bisogna peraltro precisare che fra i 27, che non dispongono di sito ve ne sono due, che lo hanno in fase di avanzata ristrutturazione.
Sul piano dei servizi informativi da tempo è ormai operativo sul sito della Provincia (www.provincia.savona.it) il “Portale dei servizi al cittadino”. Su queste basi di informazione primaria si può quindi dire che il sito provinciale , interagendo con quelli comunali, può costituire la premessa per ottenere una prima risposta alle esigenze dei cittadini. Oggi però le esigenze di partecipare all’elaborazione degli atti più complessi da parte dei cittadini già nella fase di predisposizione degli stessi e le teorie più avanzate sulla forme di rappresentanza della democrazia e delle modalità di partecipazione popolare spingono a definire in modo innovativo pure le esigenze di comunicazione da un lato e di partecipazione diretta dei cittadini dall’altro. In questo contesto bisogna fare alcune distinzioni, corrispondenti a diverse esigenze popolari:
– comunicazione diretta con gli amministratori e con gli uffici;
– pubblicazione sul sito di atti più complessi ed eventuale creazione dell’ albo pretorio elettronico;
– possibilità di attivare forum, invio di osservazioni,verifica dell’ incidenza di atti sulla vita cittadina.
Nel primo caso anche tramite il Portale dei servizi provinciale è possibile ormai comunicare in molto molto informale e via mail con qualunque amministrazione comunale munita di sito internet.
In specie in alcuni casi è possibile interquolire direttamente via mail con amministratori, dirigenti, funzionari responsabili e talvolta pure con il difensore civico (ove esistente) mentre in altri casi vi è un indirizzo unico o un numero limitato di indirizzo mail a cui il cittadino può rivolgersi ma si può ragionevolmente dire che il contatto con gli enti locali è abbastanza agevole e semplificato. Allo stesso modo vengono pubblicati sul sito comunale gli atti più importanti degli enti locali in particolare se le procedure di approvazione definitiva sono lunghe e complesse (es. Puc) ma mancano ancora forme di democrazia elettronica diretta, che permettano, ad esempio, di inviare le proprie osservazioni ufficiali solo per via telematica,… Alcuni comuni (Calizzano es.) hanno cominciato poi ad attivare l’ Albo pretorio elettronico ma la situazione generale è ancora tanto limitata da non poterne valutare l’ effettiva incidenza sulle relazioni con i cittadini.
Vi è poi una novità interessante da segnalare: due Forum di confronto fra enti pubblici e cittadini sono stati attivati dal comune di Noli e da quello di Finale Ligure (limitatamente alle materie di urbanistica ed edilizia);Il secondo alla data del marzo 2006 conteneva solo 12 messaggi (inviati tra il gennaio 2005 e il gennaio 2006). Probabilmente si tratta di strumenti non ancora entrati nel corrente utilizzo delle persone.
Sotto il profilo della interazione diretta con gli uffici e ponendo tale dato in una accezione abbastanza larga da includere servizi attinenti ma non esattamente riconducibili al profilo della presentazione di una istanza esclusivamente per via telematica si possono segnalare le seguenti situazioni:
– ICI alcuni comuni consentono di calcolare tramite apposito software in rete o link ad apposito sito.Molti comuni sono poi ormai convenzionati con la Sestri Spa e consentono il pagamento on line dell’imposta ICI e di alcune altre collegate all’ emissione del modello RAV direttamente tramite il sito della società di riscossione;
– Tramite la fornitura di apposita password alcuni enti consentono di verificare on line lo stato delle proprie domande allo Sportello Attività produttive o allo Sportello Unico per l’ Edilizia, permettendo di instaurare un canale informatico preferenziale ed unico con l’ amministrazione procedente;
– Biblioteche: quattro comuni, di cui solo uno sotto i cinquemila abitanti, consentono la consultazione on line del catalogo mentre uno (Albenga) permette di sapere le ultime novità editoriali presenti in biblioteca. Qui bisogna peraltro precisare che in Provincia esistono due sistemi bibliotecari (Ingauna e Alta valle Bormida) e che, quindi, molti comuni fanno riferimento ad esso. In rete è infatti consultabile on line il catalogo del sistema della Comunità Montana Ingauna. Si segnala poi che la Biblioteca Civica di Pietra Ligure ha creato un canale privilegiato on line di dialogo con gli abbonati tramite apposita password fornita al rilascio della tessera;
– Prenotazioni: on line è possibile prenotare i biglietti per la stagione teatrale di Savona (temporaneamente sospeso), Borgio Verezzi (sia invernale sia estiva) e Cairo Montenotte senza però pagamento on line.
– Musei: da tempo esiste ormai sul sito provinciale la Rete dei musei, che ha messo in collegamento tutti i musei provinciali tramite apposite schede e percorsi tematici, che identificano sia la consistenza sia la tipologia delle collezioni e che ancora una volta pongono il sito della Provincia di Savona al centro dell’ attività volta a valorizzare gli interventi di promozione del patrimonio culturale provinciale. Vi è anche una specifica sezione didattica distinta per età relativa alla ceramica. I musei principali propongono di solito visite guidate ed in alcuni particolari attività didattiche, che sono raggiungibili tramite la rete provinciale nei suoi specifici percorsi e collegamenti. Per la particolare importanza delle collezioni ospitate e per la rilevanza dei laboratori di ricerca si precisa che anche via mail è prenotabile la visita guidata alle collezioni e le lezioni tramite anche il Laboratorio di Archeologia Sperimentale del Museo Archeologico del Finale;
– Anagrafe: i comuni di Alassio ed Albenga hanno introdotto la possibilità per i residenti muniti di apposita password di compilare on line i modelli di autocertificazione direttamente dall’anagrafica del comune.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli