Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 81 del 02 Aprile 2006 delle ore 13:02

Ad Alassio 400 vip della racchetta

Sono circa quattrocento i giocatori fino al 9 aprile scenderanno sui campi in terra rossa dell’Hanbury Tennis Club Alassio per la 37° edizione dell’International Championship of Italy for Seniors. Italia, Inghilterra, Francia, Belgio, Ucraina, Austria, Russia, Spagna, Germania, Stati Uniti, Svizzera, Messico, Ungheria, Croazia, Danimarca, Svezia, Uruguay, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca e Olanda. Ddicevamo: da tutto il mondo i più grandi giocatori ormai da trentasette anni si danno appuntamento nel più caratteristico dei circoli della Liguria, uno dei più antichi del nostro Paese. L’Hanbury Tennis Club è infatti una cornice particolare e suggestiva, dove si fondono tradizioni e innovazione. Una cornice, che è un po’ un angolo di Inghilterrra trapiantato sulle rive del Mar Ligure, in un Circolo che, costruito e voluto da Daniel Hanbury, vive oggi nel centro cittadino in un’oasi verde, conservato e curato come una sorta di museo del tennis dagli attuali proprietari Joseph e John Skordis. Qui trentasette anni fa ebbe luogo la prima edizione di questo torneo che ebbe in Arnaldo Quinterio prima, in Edoardo Rosso poi e oggi nella famiglia Skordis i suoi padrini e organizzatori. “E’ una delle manifestazioni che ogni anno riesce a sorprendermi – commenta l’assessore allo Sport, Fabrizio Calò – per il numero di persone che riesce a coinvolgere e per il livello sportivo dei giocatori. In certi casi si tratta di ex davismen, grandi racchette uscite dai circuiti del Grande Slam ma non per questo protagonisti di un gioco meno efficace. Soprattutto, anche come tennista, mi affascina vedere uno stile di gioco che oggi non è più e che certo ha un’eleganza innata. Quest’anno nel tabellone degli Over 80 – ebbene sì, ci sono giocatori che superano quell’età – oltre al n° 1 al mondo, l’austriaco Oskar Jirkovsky, ci sarà il giovane novantaduenne Giorgio Català del Tennis Club Milano Bonaccossa, ma che si dichiara di origini alassine”. E i migliori non mancano mai l’appuntamento alassino: tra gli over 35 M ecco il n° 5 del ranking mondiale il francese Martial Carante. In questo tabellone si cimenterà lo stesso John Skordis , direttore di gara del torneo, con il padre Joseph organizzatore e, con il suo 39° posto nel ranking internazionale, sarà la testa di serie numero 4. Negli Over 40 M in testa al tabellone figura il russo Alexei Karpenko, numero due al mondo. Pierre Godfroid è ormai un volto noto del torneo alassino, con Reinhold Walgram (rispettivamente il n° 3 e il n° 4 al mondo) saranno gli uomini da battere nella categoria Over 45. Adrigan Peter è invece il numero 1 al mondo della categoria Over 60, la più numerosa, quella che l’Hanbury Tennis Club ha voluto intitolare alla memoria di Edoardo Rosso, scomparso quasi due anni or sono, e per anni anima di questa manifestazione. Molti i nomi da ricordare anche nei tabelloni femminili nei quali figura la n° 1 al mondo delle Over 50, Eugenia Birukova, di origini russe, oggi italiana di adozione. Per quanto riguarda le forze locali accanto a John Skordis, non si possono dimenticare Vittorio Gamba nel tabellone Over 55 e la moglie Marina. L’ingresso al circolo è libero e le partite iniziano alle 9, come sempre, l’Hanbury Tennis Club ha già pronti una serie di appuntamenti collaterali come il tradizionale cocktail di benvenuto, offerto dal Circolo nel tardo pomeriggio di lunedì 3 aprile; o come il Gran Galà in programma per mercoledì 5 aprile presso il Ristorante dell’Hotel Toscana, da sempre punto di riferimento della manifestazione. 


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli