Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 397 del 20 Aprile 2006 delle ore 15:33

Pedofilo di Lavagnola: chiesta la perizia psichiatrica

Savona. I difensori del pensionato di Lavagnola, arrestato con l’accusa di pedofilia, hanno chiesto la perizia psichiatrica per il loro assistito. Il sessantenne dirigeva le sue “attenzioni” verso ragazzini tra dodici e sedici anni che frequentavano abitualmente la sua abitazione. Ospitava i minori perché assistessero ai suoi atti di masturbazione, accompagnati dalla visione di film pornografici. Era riuscito ad instaurare un rapporto di fiducia con i ragazzini della zona, soprattutto quelli provenienti da famiglie disagiate, e la sua casa era diventata un centro di aggregazione per le piccole vittime. Con loro il pensionato non aveva nessun rapporto completo, solo “incontri intimi” al seguito dei quali dava somme di denaro o faceva regali. Gli inquirenti si stanno concentrando su due fratelli, uno di 20 e l’altro di 14 anni, che sarebbero stati le vittime preferite del pedofilo e vaglieranno le loro testimonianze. L’uomo ha confessato agli inquirenti di eccitarsi solo in presenza di minori. “Sono malato” ha affermato davanti al gip durante l’interrogatorio di convalida dell’arresto. Sarà la perizia psichiatrica a stabilire quanto fosse in grado di intendere e di volere. In ogni caso dovrà rispondere sia di prostituzione minorile che di violenza sessuale sui minori. Gli investigatoti stanno anche esaminando le videocassette sequestrate nell’abitazione per capire se vi siano scene che coinvolgono minori.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli