Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 499 del 27 Aprile 2006 delle ore 08:22

Rischia di morire per overdose, arrestato lo spacciatore

Savona. Un tossicomane savonese, che sta scontando gli arresti domiciliari, ha rischiato di morire per overdose di eroina sotto gli occhi dello spacciatore che lo riforniva. L’episodio è avvenuto in un appartamento, dove il fornitore ha ceduto gli stupefacenti al tossicomane e, visto che si sentiva male dopo essersi iniettato la dose, ha avvertito il 118 e si è dileguato in tutta fretta. Lo spacciatore, che pensava di farla franca fuggendo, ha lasciato la porta dell’alloggio aperta per agevolare l’ingresso dei soccorritori. Il personale medico che si è precipitato sul posto ha trovato il tossicomane in condizioni disperate ed ha proceduto alla somministrazione di un potente antidoto all’eroina, che gli ha salvato la vita. Sono poi scattate le indagini della polizia, coordinate dal sostituto procuratore Giovanni Battista Ferro. Gli agenti hanno rintracciato un pregiudicato di 42 anni, Carmelo Callea, che è stato posto in stato di fermo ed infine arrestato. L’uomo è stato incastrato dalla registrazione della chiamata al 118: sul nastro era rimasta incisa inequivocabilmente la sua voce. Domani comparirà davanti al gip: dovrà rispondere di spaccio di stupefacenti e lesioni colpose gravi.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli