Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 537 del 29 Aprile 2006 delle ore 10:28

La situazione demografica in provincia di Savona

Provincia. Le stime demografiche elaborate da Istat per l’anno 2005 evidenziano un miglioramento della situazione demografica in provincia di Savona. I dati del bilancio demografico evidenziano per l’Italia una crescita (somma del tasso di crescita naturale e di quello migratorio) del 5,1 per mille abitanti, a livello provinciale la stessa risulta del 9,4 per mille abitanti, a fronte del 14 per mille per l’intera regione. Il miglioramento stimato nelle performance della popolazione residente provinciale pone la nostra provincia in ventesima posizione nella relativa graduatoria decrescente di tutte le province italiane. La crescita sarebbe determinata non tanto dal tasso di crescita naturale (differenza fra il tasso di natalità e di mortalità) che risulta negativo e pari a –6,2 per mille (-6 per mille per la Liguria) e che fa collocare la nostra Provincia alla 99° posizione nella relativa graduatoria decrescente, quanto piuttosto dal saldo migratorio totale (differenza fra il numero degli iscritti e dei cancellati dai registri anagrafici dei residenti) che risulta del +15,6 per mille (+20 per la Liguria) e che fa collocare la nostra provincia all’ottava posizione nella relativa graduatoria decrescente di tutte le province italiane. Le stime elaborate da Istat evidenziano, fra il 2002 ed il 2005, una crescita del tasso di natalità che passa dal 7,5 per mille all’8 per mille ed un aumento, sempre nello stesso periodo, del tasso di mortalità che passa dal 13,1 per mille abitanti al 14,2 per mille. Secondo le previsioni Istat l’aumento previsto della popolazione sarebbe, dunque, determinato da una crescita dei nati che viene, però, controbilanciata da un aumento del numero delle morti, per effetto dell’elevato numero di residenti anziani e da un aumento del flusso migratorio, in particolare dall’estero. I dati reali di fonte anagrafica rilevati da Istat per il 2004 evidenziano un numero di residenti stranieri pari a 11.114 unità, valore superiore del +19,72% rispetto a quanto rilevato nell’anno precedente e pari al 3,94 % della popolazione totale. Il bilancio demografico dei cittadini stranieri è di 1831 unità, di cui 176. I dati reali indicano, dunque, una crescita dei cittadini stranieri, imputabile non tanto ad un aumento della natalità, quanto piuttosto ad un incremento dei flussi migratori in entrata sul nostro territorio. Il tasso generico di migratorietà per mille abitanti, elaborato da Istat, per il 2004 evidenzia per la provincia di Savona un valore di 12,8 per mille e fa posizionare la Provincia di Savona in 27 ° posizione nella graduatoria decrescente di tutte le province italiane. In termini di struttura, la popolazione straniera è costituita per il 18% da individui in età fra 0 e 18 anni, per il 78% da soggetti da 15 a 64 anni e per il 4% da ultra sessantacinquenni. La struttura della popolazione complessiva rilevata al 2004 (dati reali ed unici disponibili) evidenziano come su 100 residenti, 11 hanno un’età compresa fra 0 e 14 anni, 62 un’età fra i 15 ed i 64 anni e 27 un’età da 65 ed oltre – rispetto agli analoghi dati rilevati nel 2003 si assiste ad un aumento della classe giovanile e di quella anziana, mentre diminuisce quella in età centrale (62,83 % nel 2003). A questo proposito ha commentato l’assessore all’istruzione Teresa Ferrando: “Dai dati raccolti dall’Osservatorio del Mercato del Lavoro si evidenzia come la classe in età centrale, quella indicativa della forza lavoro, diminuisca, per effetto della natalità degli anni ’80 e ’90, nonostante si sia verificato un incremento in tale fascia di età ad opera della popolazione straniera. Se da un lato questo rappresenta un elemento positivo la situazione generale appare critica ma è comunque in linea con l’andamento dell’economia italiana e del mercato nazionale del lavoro”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli