Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 846 del 16 Maggio 2006 delle ore 21:42

Giocando s’impara: educazione stradale per i bimbi a Loano

Loano. Si è conclusa a Loano con la manifestazione “Giocando s’impara” l’attività di educazione stradale promossa dal Comando di Polizia Municipale nelle scuole loanesi.
La manifestazione si è svolta questa mattina (martedì 16 maggio 2006) sulla pista ciclabile del parco Don Leone Grossi dove i bambini delle classi quinte della Scuola elementare Valerga, Milanesi e della scuola paritaria, N.S. della Misericordia (Suore Rossello) hanno gareggiato in prove nelle quali hanno dovuto dimostrare l’apprendimento delle norme del Codice della strada.
I premi per tutti gli alunni sono stati il patentino che darà la possibilità di ottenere uno sconto del 10% per l’acquisto di libri nelle librerie loanesi, la tessera per assistere ad un prezzo agevolato alle proiezioni del Cinema Loanese e la maglietta personalizzata con il proprio nome e il disegno realizzato nel corso dell’anno scolastico dai ragazzi.
“Il programma di educazione stradale denominato “Vigili & Urbani”,” spiega l’Assessore alla Sicurezza del Cittadino, Luca Lettieri “ha preso il via nel 1994 a completamento del percorso di educazione civica svolto nella scuola ed ha l’obiettivo di promuovere l’educazione alla legalità. Il progetto si rivolge agli alunni della scuola elementare, media e secondaria superiore e offre ampio spazio all’informazione per consentire ai giovani di essere informati sui propri diritti e doveri e per migliorare la condivisione delle regole aumentando così la fiducia e la conoscenza sulle dinamiche operative degli agenti di polizia.”
Nel corso del 2006 il progetto si è sviluppato con differenti modalità a seconda dell’età degli alunni.
Nelle classi terze della Scuola Elementare sono interventi gli agenti di P.M. approfondendo gli argomenti: comportamento del pedone, comportamento a bordo dei veicoli, informazioni su come chiedere l’intervento dei mezzi di soccorso e di polizia.
Nelle classi quarte gli agenti di P.M. hanno sviluppato la conoscenza del tema comportamento del ciclista.
Nelle classi quinte sono stati affrontati gli argomenti: comportamento in caso di incidente stradale, comportamento nei confronti degli organi di polizia, segnaletica manuale degli agenti del traffico. Gli alunni delle quinte sono stati, inoltre, coinvolti nell’iniziativa “bimbo vigile”, ovvero ogni alunno, per un giorno, all’entrata della scuola, ha svolto la viabilità con gli agenti di P.M. regolando l’attraversamento della strada.
Nelle classi della scuola media e superiore sono stati realizzati corsi per il conseguimento dei patentini per la guida dei ciclomotori con l’approfondimento del Programma ministeriale. Ad ogni allievo è stato consegnato un libro con un CD-ROM relativo al programma ministeriale in vigore per l’ottenimento del patentino. In classe, gli agenti addetti hanno svolto il test di prova d’esame per gli allievi.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli