Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 967 del 23 Maggio 2006 delle ore 18:17

Lavori alla foce del Centa: la presa di posizione della Provincia

Albenga. Questa mattina i tecnici del settore Difesa del Suolo accompagnati dalla Polizia Provinciale e dall’impresa appaltatrice dei lavori si sono recati presso la Foce del Centa (lato Parco Vacanze Gallinara) per recintare la zona in vista del prossimo inizio dei lavori di messa in sicurezza della Foce del Centa (valore complessivo dei lavori € 6.550.000,00 circa). Sul posto hanno trovato ad accoglierli un centinaio di persone qualificatesi come i proprietari o affittuari delle 46 roulottes con pre-ingresso situate nella zona lavori, oltre al proprietario del campeggio. Tale assembramento ha impedito i lavori di misurazione e recinzione. Al fine di cercare una soluzione civile della cosa i tecnici della Provincia hanno incontrato una delegazione dei dimostranti presso il Comune ad Albenga, dove i dimostranti hanno esposto le loro ragioni, legate alla proprietà delle “casette” situate sul campeggio e al fatto di aver già pagato l’affitto della stagione. E’ stata quindi chiesta alla Provincia una proroga affinchè i lavori inizino a settembre. Con questa proposta da valutare i tenici sono rientrati in sede in attesa di fissare un nuovo incontro a breve con la delegazione dei dimostranti. “I lavori di rifacimento della Foce del Centa rappresentano un’opera necessaria ed indispensabile di messa in sicurezza di un fiume a grave rischio esondazione e non sono né procrastinabili né modificabili a livello progettuale” fanno sapere dalla Provincia. “Tali lavori si rendono necessari per salvaguardare la salute pubblica, l’incolumità dei cittadini. Di fronte a questa necessità ci auguriamo che il senso civico prevalga sugli interessi personali. Tali interessi personali sono stati peraltro compensati dal momento che la zona di esproprio è stata valutata circa 250.000 euro che sono a disposizione dei soggetti che hanno subito l’esproprio. La Provincia di Savona è solidale con le rimostranze dei proprietari ed affittuari delle roulottes e delle ‘casette’, ma ritiene di non essere il soggetto verso cui vanno indirizzate le proteste relative ad un mancato avviso di questa opera o qualora sia vero quanto da essi dichiarato verbalmente durante i colloqui. Il Comune di Albenga e il proprietario del Parco Vacanze Gallinara sapevano da anni della necessità di sgombero per inizio lavori e sono stati costantemente informati con largo anticipo dalla Provincia sui tempi ed i modi di esecuzione dei lavori”. L’amministrazione provinciale conclude: “necessario che ognuno, azienda privata o Ente si assuma le proprie responsabilità ed agisca di conseguenza nei tempi e nei modi migliori per consentire la realizzazione di un’opera che ha a che fare strettamente con la salute pubblica e la salvaguardia dei cittadini”.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli