Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 1096 del 30 maggio 2006 delle ore 00:50

Intervista di IVG al neo Sindaco di Savona Federico Berruti

Federico Berruti, complimenti dalla redazione di IVG, ormai si può dire… Lei è il nuovo sindaco di Savona, qual’è il suo primo commento? Mi sento di ringraziare tutti i savonesi che mi hanno votato, provo una emozione davvero grande…E’ la prima volta che mi presentavo come candidato sindaco e la città ha voluto investire su di me e sulla coalizione che rappresento. Naturalmente sarò il sindaco di tutti i savonesi, anche di quelli che non mi hanno votato…Questa città ci ha dato una fiducia netta, chiara e in misura anche superiore alle attese. Questo ci consegna una grande responsabilità che è quella di portare avanti tutti gli impegni programmatici assunti durante la campagna elettorale. La risoluzione di problematiche quotidiane non più tollerate dai savonesi: il traffico e i parcheggi, la pulizia e la cura urbana della città e una maggiore attenzione ai quartieri e alle aree periferiche. Una prospettiva di sviluppo per la città attraverso il porto, l’università e il turismo. Continuare una politica sociale attenta ai bisogni della città: case popolari, più assistenza per gli anziani e più asili nido.

Il dato politico comferma una coalizione di centro sinistra molto forte e compatta nella città di Savona… La coalizione di centro sinistra e i suoi partiti godono di una robusta e solida fiducia da parte dei savonesi, anche la discussione “a sinistra” che si è creata con la rottura tra Rifondazione e la Turchi non ha scalfito i consensi dell’Unione. Ciò non preclude un dialogo serio e un ragionamento comune su quali temi si possa convergere e su quali invece le posizioni sono inconcialiabili.

Cosa si aspetta dal nuovo consiglio comunale e dalla futura Giunta… Dal consiglio comunale mi aspetto che diventi il parlamento della città di Savona, il luogo della discussione su tutti i temi che riguardano il presente e il futuro della città, evitando una pura logica di schieramento e cercando il massimo dialogo con l’opposizione e con le proposte dei gruppi consiliari di minoranza. Per quanto riguarda la Giunta mi prenderò tutto il tempo necessario per formarla, è una decisione delicata dalla quale dipenderà la qualità dell’azione amministrativa. Ascolterò le proposte delle liste, dei partiti e degl’eletti, e, successivamente, come prevede la legge, deciderò in piena autonomia i componenti del governo della città.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli