Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 1259 del 07 Giugno 2006 delle ore 10:23

Finale Ligure: nasce l’elenco delle botteghe Storiche

Finale Ligure. Il Comune sta predisponendo l’Elenco delle Botteghe Storiche esistenti sul proprio territorio. L’iniziativa, prevista dalla Legge Regionale n. 29 del 10 luglio 2002, permetterà a queste attività di fregiarsi della qualifica di Bottega Storica, di esporre l’apposita insegna e di usufruire di specifici finanziamenti regionali per gli interventi di restauro conservativo. Una volta censite le Botteghe, il Comune pubblicherà un depliant e dedicherà all’iniziativa una sezione del suo sito internet.
Sulla base dei criteri di ammissione, stabiliti dalla Giunta Regionale con deliberazione dell’11 novembre 2005, il Comune di Finale Ligure ha emesso un regolamento: possono essere iscritti nell’Elenco delle Botteghe Storiche della città i negozi e gli esercizi pubblici che svolgano la stessa attività nello stesso locale da almeno 50 anni, a prescindere dagli eventuali cambiamenti di gestione o di proprietà; presentino arredi, attrezzature o documenti che testimonino la durata nel tempo di tale attività.
L’iscrizione nell’elenco comporterà l’acquisizione della qualifica di Bottega Storica e la facoltà di esporre nei locali la targa consegnata dal Comune. La targa conterrà l’intestazione “Bottega Storica”, lo Stemma della Regione Liguria, lo Stemma del Comune di Finale Ligure e lo Stemma dell’Unione Europea.
Le richieste di iscrizione devono essere presentate all’Ufficio Commercio del Comune dal titolare dell’attività. Valutata l’idoneità dei requisiti, l’Ufficio comunicherà al richiedente l’accoglimento della richiesta. I titolari delle attività dovranno comunicare tempestivamente la perdita di uno e di entrambi i requisiti di iscrizione.
Dice l’Assessore alle Attività produttive, Angelo Berlangieri: “Le attività commerciali che a Finale possiedono i requisiti per potersi fregiare del titolo di Bottega Storica potrebbero essere una decina. Quest’iniziativa si inserisce in un più ampio progetto di sostegno e sviluppo del commercio finalese che l’amministrazione comunale sta portando avanti con la collaborazione dei comitati e delle associazioni dei commercianti. Una collaborazione che ha già dato buoni frutti. E’ di pochi giorni fa la nascita del Centro integrato di via a Finalpia, mentre a Finalmarina è già una realtà avviata il ‘’Consorzio del sorriso”. I Civ, oltre ad aprire le porte ai finanziamenti per le singole imprese aderenti, consentiranno di attuare una serie d’iniziative, in parte già avviate a Marina, per migliorare e far conoscere la rete commerciale operante nei centri storici della città”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli