Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 1298 del 08 Giugno 2006 delle ore 17:00

Il Papa a Savona forse nel 2007

Savona. L’anno prossimo a Savona si celebreranno i 170 anni dalla fondazione dell’istituto delle Figlie della Misericordia, voluta da Suor Maria Rossello. Fondata sulla collina di Conturbano nel 1837, la piccola comunità quattro anni dopo si trasformò in ordine. Da allora l’ordine crebbe sino a raggiungere l’America latina, ove il bisogno di conforto ed attività educativa specialmente nei confronti dei giovani emigrati europei era particolarmente sentito, e l’Africa, dove urgeva sottrarre gli adolescenti ad un destino di schiavitù. Suor Maria Rossello continuò a governare la grande famiglia che aveva creato dalla casa madre di Savona, sino al giorno della sua morte, il 7 Dicembre 1880. Aveva sessantanove anni, essendo nata ad Albissola Marina il 27 Maggio 1811. Fu elevata agli altari da Papa Pio XII il 12 Giugno 1949. Il prossimo anno dunque sono centosettant’anni che le Figlie di Nostra Signora della Misericordia si occupano dell’educazione, dalla scuola per l’Infanzia sino alle soglie dell’Università, della gioventù con particolare attenzione nei confronti dell’universo femminile ed in occasione del genetliaco Papa Benedetto XVI ha espresso il desiderio di essere presente. Tutto lascia sperare che, a quasi cinquecento anni dall’ultima visita papale, il 2007 possa essere l’anno buono per un nuovo pellegrinaggio del Santo Padre a Savona. In Curia le bocche sono cucite, men che meno il Vescovo Mons. Calcagno rilascia dichiarazioni, ma tutto lascia presagire che il prossimo 18 Marzo, festa patronale della città, Papa Ratzinger sarà all’ombra della torretta a ricordare non solo Suor Maria Rossello, ma anche l’altro fatto religioso per cui Savona è nota al di fuori dei confini provinciali: l’apparizione della Vergine all’umile contadino Carlo Botta in quella località che da allora prese il nome di Santuario. In soli quattro anni infatti venne eretto in onore della Madonna nella valle del Letimbro un grandioso santuario, ora Pontificia Basilica Minore, vero capolavoro d’arte e di fede. Qui ogni 18 Maggio si svolge una processione che partendo dalla Cattedrale si snoda per tutta la valle del torrente; un’occasione per la quale convergono migliaia di savonesi, accompagnati dalle confraternite cittadine i cui membri sono avvolti nelle caratteristiche cappe. Qui si recherà in umile pellegrinaggio pure il Santo Padre e sarà festa grande: per l’occasione arriveranno a Savona tutte le confraternite liguri con i loro crocifissi devozionali. Così Benedetto XVI ripercorrerà le strade già percorse, nel lontano 1538, dal suo predecessore Papa Paolo III, che si inchinò di fronte alla Vergine Maria in profonda contemplazione. A dire il vero un altro Pontefice si recò pellegrino al Santuario, ma al tempo della visita non era ancora Papa: il 24 agosto 1950 l’allora Nunzio apostolico in Francia, il cardinale Angelo Maria Roncalli, si recò nella Valle del Letimbro a pregare “umile cliente”, come più tardi scrisse nelle sue memorie. Si dice addirittura che mentre era assorto nella preghiera, la Madonna abbia sussurrato ad Angelo Maria Roncalli il suo desiderio affinché la Chiesa fosse rinnovata. Dodici anni più tardi, assurto al soglio di Pietro con il nome di Giovanni XXIII, Angelo Roncalli indisse il Concilio Vaticano II.

Sergio Bagnoli

» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli