Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 1662 del 28 Giugno 2006 delle ore 09:43

Carcare, sfida goliardica a calcio

Carcare. Due parti dello stesso paese, due sponde dello stesso fiume, la Bormida, ma per Carcare abitare “di qua” o “di là” dal ponte una volta l’anno ha anche il sapore della sfida. Una sfida all’insegna della goliardia, giocata su un campo da calcio in una partita interminabile, con squadre sempre diverse che si alternano fino a che il risultato non raggiunge dimensioni clamorose. La partita quest’anno si giocherà il 15 luglio, ma da domani sono aperte le iscrizioni, a 5 euro, in tutti i bar del paese. Possono iscriversi tutti i carcaresi che abbiano compiuto 16 anni, uomini e donne, giovani e anziani, nessuno escluso. Le squadre verranno allestite con giocatori omogenei per sesso ed età. A distinguere le due compagini, le magliette: bianca con dietro in rosso la riproduzione del ponte e la scritta “Al di qua” per la squadra dei residenti nella zona del Comune, via dei Gaggioni, via Castellani, insomma la sponda destra della Bormida; rossa con il ponte e la scritta “Al di là” in bianco per via Barrili, Biglino, Cornareto, via vecchia di Plodio e tutta la sponda sinistra del fiume.La sfida del 2006 avrà un valore aggiunto: “Lo spirito dell’iniziativa – spiega Paolo Piacenza, consigliere comunale e presidente della commissione consiliare sport e tempo libero – è quello di condividere con tutti gli abitanti un impianto sportivo tecnologicamente avanzato come il nuovo “Corrent”, dove è stato rifatto il fondo, che ora è in erba sintetica”. Un impianto di norma riservato alla Carcarese e alle squadre agonistiche. “Anticipiamo l’inaugurazione ufficiale, fissata per settembre, aprendo il campo a tutti i carcaresi – continua Piacenza – che potranno sentirlo anche un po’ “loro” e potranno provare la differenza tra l’erba sintetica e i fondi in terra battuta ai quali i giocatori amatoriali sono abituati. Per questo motivo, invitiamo tutti i carcaresi a iscriversi e partecipare”. Calcio d’inizio riservato a Giancarlo Balocco, geometra dipendente del Comune, che come responsabile dell’Area Lavori Pubblici ha seguito da molto vicino la realizzazione del campo, ma come residente “al di qua” del ponte e come vecchia gloria della Carcarese di un tempo finita persino sulla schedina del Totocalcio lancia la sfida al quartiere dirimpetto: “Vinceremo noi, non c’è storia”.
Iscrizioni aperte fino al 12 luglio.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli