Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2186 del 24 Luglio 2006 delle ore 11:14

Borgio, spiagge: il caso dei “Sole Mare” riaccende la polemica sull’erosione

Borgio Verezzi. Il caso dei bagni Sole Mare di Borgio Verezzi riaccende in piena estate il problema dell’erosione delle spiagge. Il gestore dei bagni, infatti, per far fronte al problema, ha eseguito dei lavori di prolungamento della scogliera affiancato ad un ripascimento sabbioso, al fine di evitare che le prime mareggiate portassero via parti consistenti della spiaggia. Con la prima mareggiata di scirocco, però, si è formata una piccola “piscina” sul mare circondata dalla formazione di scogli a ridosso della riva. A qualcuno questa particolare “piscina sul mare” non è andata proprio giù e ha fatto una denuncia anonima alla Capitaneria di Porto. Sabato scorso, la Capitaneria, assieme all’addetto del demanio comunale e alla polizia municipale si sono presentati ai bagni Sole Mare per contestare i lavori di aggiustamento della scogliera effettuati dai gestori senza autorizzazione. I gestori si sono rifiutati di procedere alla rimozione dei massi in mare, “è compito del comune” dicono, e così verranno citati a giudizio. Un caso emblematico che riaccende il grave problema dell’erosione delle spiagge della riviera ligure di ponente proprio nel bel mezzo della stagione estiva. I gestori dei Sole Mare denunciano che in tre anni sono andati persi 200 metri quadrati di spazio di balneazione, circa 3-4 metri, che significa minor capacità di accoglienza per i bagnanti con grave conseguenze economiche. Il comune di Borgio Verezzi si sta attivando per trovare una soluzione temporanea al problema, anche se, ormai, si attende il progetto di realizzazione delle dighe soffolte. Un progetto già più volte rimandato, ma che stavolta dovrebbe partire il prossimo ottobre per evitare che anche nella prossima stagione gli stabilimenti balneari debbano affrontare una ennessima ersosione delle spiagge.  


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli