Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2176 del 24 Luglio 2006 delle ore 06:42

Trovata senza vita in una roulotte

Vado Ligure. Quando i carabinieri hanno sfondato la porta della roulotte si sono trovati di fronte ad un’immagine agghiacciante: un cadavere in avanzato stato di decomposizione. I militari sono stati chiamati ieri pomeriggio per intervenire in un campo vicino all’Aurelia, a Vado Ligure, dove il mezzo sostava da qualche settimana. Sono andati per cercare R.B., 60 anni, dopo che il titolare dell’esercizio pubblico presso cui lavorava, non vedendola da una settimana, aveva segnalato l’insolita assenza della dipendente alle forze dell’ordine. Di qui l’ingresso degli uomini dell’Arma, supportati dai vigili del fuoco, nel terreno recintato nei pressi della zona artigianale di Vado, dove la donna si era arrangiata a vivere in una roulotte da quando era stata sfrattata da casa. Quindi la tragica scoperta: il corpo senza vita della sessantenne, in uno stato di decomposizione forse accelerato dal caldo estivo che gli inquirenti pensano abbia anche contribuito a causare il malore improvviso. Sembra sicuro che si sia trattato di morte naturale, anche se dati certi sull’esatta causa del decesso arriveranno dopo l’esame autoptico disposto dalla magistratura. Dalle prime verifiche sul cadavere pare che sia morta almeno da sette giorni. I carabinieri hanno subito chiamato un medito legale per accertamenti e la prima ipotesi è che la donna sia stata stroncata da un infarto. Ora l’autopsia chiarirà le precise ragioni di questa morte improvvisa, avvenuta in in solitudine.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli