Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2244 del 26 Luglio 2006 delle ore 11:19

A Carcare arriva la raccomandata elettronica

Carcare. La giunta comunale di Carcare ha approvato nei giorni scorsi il progetto di introduzione della posta elettronica certificata che prevede di dotare i vari uffici comunali di postazioni con caratteristiche tecniche in linea con la normativa del settore. In questo modo, i messaggi scambiati via posta elettronica assumeranno valore legale, mediante la firma digitale apposta in calce ai documenti spediti via e-mail. Il costo del progetto è di circa 1.800 euro e prevede, entro il prossimo mese di settembre, la realizzazione di 12 postazioni di posta elettronica certificata e di altrettanti dispositivi di firma elettronica. Il progetto continuerà nei mesi successivi con la procedura di integrazione della posta elettronica certificata con il flusso dei documenti circolanti all’interno e all’esterno dell’ente. Il progetto verrà realizzato in collaborazione con Postecom del gruppo Poste Italiane, riconosciuto a livello ministeriale come fornitore del servizio di posta elettronica certificata.
“L’obiettivo che ci prefiggiamo – spiega Furio Mocco, assessore all’informatizzazione – è quello di sostituire, ove possibile, sia le comunicazioni eseguite via posta tradizionale che quelle mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. Altro obiettivo importante è quello del migliorare razionalizzare le comunicazioni interne ed esterne all’ente, contenendo le spese postali e di cancelleria. Il progetto si inserisce nell’ottica di un concetto nuovo di intendere l’amministrazione e di innovazione della Pubblica Amministrazione che va sotto il nome di governo elettronico o amministrazione digitale (e-government) che a piccoli passi stiamo introducendo. L’obiettivo finale è quello di mettere in rete e quindi fornire una serie di sportelli virtuali e servizi ai quali i cittadini potranno rivolgersi direttamente da casa mediante computer”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli