Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2362 del 01 Agosto 2006 delle ore 07:41

Indulto, duecento detenuti subito liberi

Savona. “Dura lex sed lex”, dicevano i latini. In questo caso però la legge è diventata morbida e grazie al colpo di spugna il carcere Sant’Agostino rischia l’esodo di una parte dei suoi inquilini. Sono 30 le persone condannate con sentenza definitiva ospitate dalla casa circondariale di Savona: di queste, due terzi potrebbero beneficiare dell’indulto ed uscire subito di galera. In tutto torneranno in libertà ben 200 dei 220 detenuti rinchiusi in varie case circondariali per condanne definitive inflitte dal tribunale di Savona. L’indulto prevede sconti di pena anche per chi ha commesso atti gravi: illeciti non solo finanziari, fiscali o contro la Pubblica Amministrazione, ma anche relativi a voti di scambio mafioso. E chi ha commesso un omicidio, per esempio, può tornare libero tre anni prima della naturale scadenza della pena detentiva. Rimangono esclusi dai benefici della legge reati come la pedofilia, l’associazione di stampo mafioso, gli atti di terrorismo o di devastazione, saccheggio e strage, che comunque nel Savonese non trovano particolare riscontro. Secondo il provvedimento di clemenza lo sconto di pena è concesso “per tutti i reati commessi fino a tutto il 2 maggio 2006 nella misura non superiore a tre anni per le pene detentive e non superiore a 10mila euro per quelle pecuniarie sole o congiunte a pene detentive”. Alcuni carcerati avranno diritto alle misure alternative alla detenzione come l’affidamento ai servizi sociali o la semilibertà. Escluse, invece, dagli effetti dell’indulto le pene accessorie temporanee. Il provvedimento approvato dal Governo potrebbe essere una via per rendere più ospitale la casa circondariale savonese, che conta attualmente 65 detenuti e che risulta una delle carceri italiane con maggiori problemi di sovraffollamento rispetto all’entità della struttura. Ma c’è chi teme che non sia così facile in reinserimento nella società di persone abituate a delinquere che necessitano di “tempi di recupero” più lunghi, e non di concessioni. Dal carcere savonese Sant’Agostino usciranno 19 persone.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli