Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2719 del 19 Agosto 2006 delle ore 11:56

Andora, la strada della discordia

Andora. Una strada abusiva, che secondo gli abitanti di Mezzacqua sarebbe stata costruita spazzando via un sentiero medievale e migliaia di piante. Sul tavolo del sindaco Franco Floris e di altre autorità savonesi è giunto un esposto firmato da alcuni cittadini preoccupati per il danno causato dalla strada larga cinque metri che da Mezzacqua sale verso Colla Micheri fino alla sommità della collina per poi ridiscendere al punto di partenza. Sarebbe stata costruita a solo vantaggio dei proprietari, secondo i firmatari della lettera, a dispregio degli ulivi, pini marittimi e ginestre secolari che prima del passaggio delle ruspe prosperavano tranquillamente in quel tratto. Non solo. Sono stati ricoperti con materiale di riporto, forse anche nocivo, duecento metri del torrente che scende da Colla Micheri. In caso di pioggia l’acqua tracimerebbe portando a valle fango e detriti con conseguente inondazione delle case.


» F. Lammardo

1 commento a “Andora, la strada della discordia”
Cangrosso ha detto..
il 19 Agosto 2006 alle 16:55

Una strada larga 5 metri? E il sindaco (ovvero i vigili urbani e quant’altri) non se ne accorgono?
Occio che mi sa che qualcuno sta facendosi una mansarda (abusiva) sopra il comune e voi non ve ne accorgete…a meno che non vi riempano di materiale di riporto il pianterreno…

CERCAarticoli