Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2775 del 22 Agosto 2006 delle ore 17:37

Letimbro, moria di volatili: la replica del Comune

Savona. Non si è fatta attendere la risposta del Comune di Savona in merito alla moria di volatili alla foce del torrente Letimbro che ha provocato il decesso di quasi 100 esemplari tra anatre, germani e gabbiani. Ieri, su IVG, è stata anticipata la notizia della denuncia alla Procura della Repubblica di Savona contro l’Ufficio Ambiente del Comune da parte di alcuni animalisti savonesi, e per verificare la possibile presenza di fonti d’inquinamento nelle acque del Letimbro. Oggi è arrivata la replica del Vice Sindaco Paolo Caviglia, che ha firmato il provvedimento di recinzione alla foce del torrente: “E’ stato necessario prendere una decisione immediata per la salute pubblica, avevo il dovere di recintare la zona della foce a tutela delle persone presenti sul quel litorale di spiaggia in un periodo di alta stagione. L’Ufficio Ambiente non ha responsabilità, eravamo in attesa dei risultati di laboratorio dell’Arpal e della Asl 2, per poi verificare lo stato delle acque nel torrente e quindi prendere una decisione. Autorizzare il ricambio delle acque con acqua dolce o del mare era un provvedimento non idoneo in quel momento, oltre che gravoso dal punto di vista economico, era necessario attendere le analisi prima di prendere un provvedimento defintivo. Alla fine la moria dei volatili è risultata provocata da un semplice virus influenzale, non a seguito dell’inquinamento delle acque del torrente. Sulla base dei risultati delle analisi vedremo il da farsi, ma al momento il Letimbro non presenta tassi di inquinamento elevati, l’acqua è ossigenata e lo dimostra la presenza di numerosi pesci nel torrente. Un errore sarenne stato aprire le acque, perchè non si poteva accertare l’entità del battere e la sua pericolosità“.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli