Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2779 del 23 Agosto 2006 delle ore 11:07

Calcio, stagione 2006/2007: le aspettative delle squadre savonesi (1)

Savona. La nuova stagione dilettantistica è ormai alle porte e ripartirà sabato prossimo, con i primi incontri ufficiali validi per la Coppa Italia di Eccellenza e Promozione, consueto preludio al campionato. La prima pagina fra le compagini della nostra provincia spetta di diritto al Savona. La società biancoblu è reduce da alcune stagioni particolarmente travagliate per quanto riguarda la propria dirigenza, aspetto che ne ha condizionato negativamente i risultati. Dopo l’era-Piro, terminata con la retrocessione dalla C2 alla D e con una soffertissima salvezza in D raggiunta all’ultimo minuto, la scorsa stagione ha riservato notevoli difficoltà agli alla squadra biancoblu. L’inadeguato Presidente Russo e, in seguito al suo addio, una dirigenza “inesistente”, hanno condotto il Savona alla retrocessione in Eccellenza, nonostante una rimonta che l’aveva portato dalla zona retrocessione diretta fino ai playout (conquistati battendo il Vigevano in uno spareggio sofferto e poi persi nel doppio match contro la Castellettese).
Le cattive notizie, per la gioia dei tifosi biancoblu, si sono fermate al 28 Maggio, data della retrocessione sul campo. In seguito, infatti, sono arrivate soltanto novità positive, a partire da una nuova dirigenza, condotta dal Presidente Roberto Romani e dal direttore generale Claudio Strinati, che ha portato a Savona giocatori di alto livello, fra i quali spiccano l’attaccante argentino Cesar Grabinski (proveniente dal Vado), Siciliano (dall’Imperia), l’esperto Prunecchi (lo scorso anno capocannoniere in Eccellenza con la Loanesi) e Luca Pellegrini (centrocampista da categoria superiore, la scorsa stagione alla Valenzana), oltre all’allenatore Giancarlo Riolfo, reduce da un campionato vinto con l’Imperia. Un’altra attesa e fondamentale notizia positiva è stato il ripescaggio in serie D. La crisi economica di alcune società ha liberato diversi posti nella categoria e il Savona ha prontamente chiesto, ottenendolo, di essere riammesso al massimo campionato dilettantistico. Inoltre, non solo il Savona ha subito ritrovato la categoria che certo più le compete, ma ha ritrovato anche il suo stadio. Infatti, dopo un anno di esilio nei vari campi della provincia, i biancoblu potranno tornare a giocare al “Valerio Bacigalupo”, nuovamente agibile, e che indubbiamente invoglierà più spettatori a seguire la squadra della propria città. Con l’attuale rosa giocatori, nella quale gli acquisti hanno ampiamente sopperito alle partenze di elementi come Iannolo e Cancellara, i tifosi savonesi possono attendersi dalla propria squadra un campionato di alto livello, magari riuscendo a centrare il prestigioso obiettivo dei playoff.
Oltre al Savona, al via della serie D ci sarà, come da tanti anni a questa parte, anche il Vado, società che si è sempre contraddistinta per una dirigenza seria e capace, che l’anno scorso l’ha portata ad essere la migliore squadra della nostra provincia, grazie al sesto posto finale in serie D. I rossoblu del Presidente Ciarlo hanno cambiato molto rispetto allo scorso anno, cedendo “pezzi pregiati” quali il già citato bomber Grabinski, ma sapranno certamente farsi valere e non dovrebbero avere problemi per raggiungere la salvezza. L’esperto allenatore Eretta potrà contare su nomi di sicura garanzia, quali, fra gli altri, il portiere Ghizzardi, Cammaroto, Lombardo, Antonelli, Micheli, Giacchino, Marotta.
Il primo appuntamento ufficiale è con la Coppa Italia di categoria, una manifestazione che serve prima di tutto a prendere confidenza con le partite che contano, in vista del campionato. Il Savona sarà in campo a Lavagna il 2 Settembre, mentre il Vado affronterà, il giorno dopo, la neopromossa Imperia. Il ritorno è in programma per il weekend successivo: il 9 Settembre Savona-Lavagnese ed il 10 Vado-Imperia. I ricorsi di alcune società la cui iscrizione in serie D è stata respinta hanno invece ritardato l’inizio del campionato, ufficialmente ancora da decidere. Comunque i gironi e i calendari saranno resi noti il 6 Settembre. La speranza degli appassionati è di vedere le 7 squadre liguri (le altre sono Imperia, Sestri Levante, Fo.Ce. Vara, Lavagnese e Sarzanese) inserite nello stesso girone, per poter assistere a più “derby” fra compagini della nostra regione.
 


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli