Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 2863 del 25 Agosto 2006 delle ore 18:30

Due ex-aequo al Palma d’oro di Finale Ligure

Finale Ligure. Concluse oggi le prove pubbliche del concorso internazionale di musica da camera “Palma d’oro”. La giuria ha decretato i vincitori. Domani i concerti dei laureati e le premiazioni. Il pianista sudcoreano Sunghoon Hwang e il pianista polacco Ireneusz Boczek sono i vincitori ex-aequo della trentatreesima edizione del concorso internazionale di musica da camera «Palma d’oro» organizzato dall’omonima Associazione di Cultura Musicale, dalla Provincia di Savona, dal Comune di Finale ligure e dall’Azienda di promozione turistica Riviera delle Palme. La giuria ha premiato anche l’austriaco Philipp Richardsen (terzo classificato sezione pianoforte) e il duo composto da Maya Berdieva e Alexey Suckov (Turkmenistan-Russia, secondi classificati sezione pianoforte a quattro mani). “Abbiamo dato premi meritatissimi. – dice il direttore artistico del concorso, Paolo Venturino – Il livello dei partecipanti è stato altissimo. I concorrenti hanno presentato programmi ricchi e difficili. Abbiamo avuto difficoltà ad assegnare i riconoscimenti e per questo motivo abbiamo deciso di assegnare due primi premi”. In caso di ex-aequo, il regolamento prevede che la Palma d’oro non sia assegnata. Domani sera, sabato 26 agosto, alle 21,15, si terranno nella basilica di San Giovanni Battista i concerti dei vincitori. I primi due classificati della sezione pianoforte eseguiranno brani del fondatore del Palma d’oro, Aloise Vecchiato, cui ieri sera il Comune ha intitolato un tratto del lungomare di Finalpia, e di Haydn, Ligeti, Schumann, Scarlatti, Debussy e Listz. Il terzo classificato, suonerà brani di Vecchiato, Takacs e Granados; il duo vincitore della sezione pianoforte a quattro mani pagine di Rachmaninoff e Gavrilin. «Il pubblico ha seguito con attenzione e forte ammirazione il livello delle prove. Il concorso è molto vivo nell’attenzione dei grandi pianisti emergenti: un bel risultato dopo i momenti difficili degli anni passati», ha aggiunto Venturino.

Questo il programma del concerto di domani sera:
Prima parte
A. Vecchiato – Studio cromatico
J. Takacs – Concert etude op 120
E. Granados – Allegro de concierto
Philipp Richardsen (Austria)
3° premio assoluto sez. pianoforte
S. Rachmaninoff – Barcarolle – Valzer – Scherzo op. 11
V. A. Gavrilin – Piccoli disegni 1/4
Maya Berdieva – Alexey Suckov (Turkmenistan – Russia)
2° premio sezione pianoforte a 4 mani

Seconda parte
F. J. Haydn – Sonata Hob XVI:52: Finale (presto)
A. Vecchiato – Fantastico valzer
G. Ligeti – Arc en ciel
R. Schumann – Sonata op. 22 – 1° tempo
Sunghoon  Hwang (Corea del Sud) – 1° premio ex-aequo – premio speciale per la migliore esecuzione del pezzo d’obbligo
A. Vecchiato – Verona di notte
D. Scarlatti – Sonata in sol
C. Debussy РStudio puor les degr̩es cromathiques
F. Liszt – Studio «La campanella »
Ireneusz Boczek (Polonia) – 1° premio ex-aequo


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli