Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3000 del 31 Agosto 2006 delle ore 17:56

A Salea sorgerà l’area fieristica

TabbòAlbenga. Quando nessuno ne aspettava più l’arrivo, il progetto per la realizzazione di un padiglione fieristico ha fatto la sua ricomparsa nell’agenda amministrativa cittadina. Il consiglio comunale ha approvato a luglio la convenzione per la realizzazione di un’area fieristica permanente nella zona dove si svolge la “Sagra del Pigato”. Il progetto attuativo prevede la costruzione di alcuni manufatti: un edificio destinato a sede cooperativa, ristorante e alloggio del custode per una superficie coperta di 448 metri quadrati su due piani; un edificio destinato a padiglione fieristico espositivo con superficie di 1.416 metri quadrati; un padiglione espositivo rimovibile con superficie di 897 metri quadrati; un edificio destinato a servizi di ristorazione-sagra con superficie di 794 metri quadrati; una galleria coperta di 187 metri quadrati; due strutture di per biglietteria-informazioni della superficie coperta di 30 metri quadrati. I soggetti attuatori si impegnano a realizzare a propria cura e spese le opere stradali per la costituzione di una nuova rotatoria con il verde di arredo sulla strada comunale, l’illuminazione, i parcheggi e le opere di verde pubblico, le reti tecnologiche per acque bianche e nere. Le esigenze dei privati si sono intersecate con quelle del Comune e la convenzione, una volta raggiunti i risultati prefissati, porterà a compimento le storiche istanze del celebre sodalizio cooperativistico ingauno. L’accordo raggiunge infatti il giusto equilibrio tra la richiesta di strutture fisse per lo svolgimento della manifestazione enogastronomico e la carenza di aree dedicate all’economia locale per la promozione dei propri prodotti. Il sindaco Antonello Tabbò ha voluto rimarcare l’importanza dell’infrastruttura nel panorama socio-economico comprensoriale: “A Sala nascerà un’area dedicata alle imprese, che potranno confrontarsi, esporre e commercializzare i propri prodotti. Salea è sempre più bella e lo sta dimostrando in questi giorni. Da parte nostra, possiamo solo aggiungere che quando Salea chiama, Albenga risponde. Il polo fieristico servirà come volano per l’economia albenganese. Il fatto che l’area sia inserita in un contesto agricolo non significa che ospiterà solo iniziative in quel ambito. La Fiera di Salea sarà occasione di scambio anche per gli altri settori trainanti dell’economia ligure, come il turismo, l’artigianato e la cultura”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli