Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3007 del 01 Settembre 2006 delle ore 07:08

Sfruttamento della manovalanza clandestina: due albanesi denunciati

Albisola Superiore. Smistavano gli operai, loro connazionali, nei cantieri edili del Savonese. Due albanesi dediti allo sfruttamento di manovali stranieri e irregolari sono stati denunciati dai carabinieri della compagnia di Savona con le accuse di sfruttamento del lavoro nero e favoreggiamento della immigrazione clandestina. Un caso di “caporalato” basato sullo sfruttamento dei disperati, pronti a lavorare per cinquecento euro al mese pur di sbarcare il lunario e rimanere in Italia. I due albanesi denunciati risultano titolari di una ditta che opera nel settore delle costruzioni ed impiegavano senza scrupoli la manovalanza nei loro cantieri sparsi nella Provincia. Carabinieri in borghese si sono appostati alla stazione ferroviaria di Albisola Superiore e hanno atteso l’arrivo di un treno da Genova, di prima mattina. Dal convoglio è uscita una decina di immigrati albanesi, tra i 25 e 30 anni, che si sono incontrati con i due datori di lavoro, cominciando a confabulare. I militari si sono accorti che si stava verificando l’ingaggio illegale e sono intervenuti. Gli operai si sono quindi dati alla fuga, ma gli uomini dell’Arma sono riusciti a fermarne quattro, che sono stati accompagnati in caserma e sono risultati non in regola con i permessi di soggiorno: verranno espulsi dal territorio nazionale. Per i due impresari albanesi, subito scattata la denuncia alla Procura della Repubblica.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli