Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3142 del 06 Settembre 2006 delle ore 12:18

Altare, un fondo pubblico-privato per la pulizia del fiume Bormida

Altare. Un fondo permanente per la pulizia del fiume Bormida nella zona industriale, come misura di prevenzione delle alluvioni: è la proposta concreta scaturita nell’ultima riunione del Comitato altarese costituito alcuni anni fa su iniziativa comunale per discutere periodicamente dei problemi della zona dove hanno sede gli insediamenti industriali. Al fondo, l’adesione al quale verrà ora proposta anche alle aziende che non hanno partecipato alla riunione, dovranno contribuire il Comune, sia attraverso il proprio bilancio sia con richieste di finanziamenti ad enti terzi, e le aziende che operano nella zona industriale di Altare. La proposta è stata lanciata da una delle aziende private partecipanti, anche alla luce degli ottimi risultati ottenuti lo scorso anno attraverso l’unione estemporanea delle forze economiche di tutti i soggetti interessati, ed accolta subito con entusiasmo dal Comune. La proposta di costituire il fondo è soltanto il più eclatante dei diversi risultati positivi della riunione, cui erano invitati i rappresentanti di tutte le aziende operanti nella zona industriale di Altare, il coordinatore del gruppo di Protezione Civile, il comandante della polizia municipale, il presidente della Consulta, la giunta comunale e il responsabile del settore lavori pubblici dell’ufficio tecnico. All’ordine del giorno, i seguenti punti: prevenzione eventi alluvionali; viabilità e illuminazione; sicurezza. Ogni punto è stato affrontato con metodo simile, illustrando in primo luogo gli interventi già eseguiti o in corso di esecuzione da parte del Comune, le necessità e le proposte di soluzione. Per il settore della viabilità, il Comune ha fornito alle aziende informazioni in merito al previsto passaggio della strada che attraverso la zona industriale di Altare dalla competenza comunale a quella della Provincia e sull’adozione delle fasce fluviali approvate da Regione e Provincia, provvedimento fondamentale per lo sviluppo della zona, che sarà argomento di discussione nel prossimo consiglio comunale. Sul tema della sicurezza, sono stati segnalati frequenti episodi di vandalismo ai danni delle aziende e delle aree pubbliche della zona industriale, verificatisi soprattutto in occasione di particolari festeggiamenti. Questo problema verrà affrontato venerdì prossimo, 8 settembre, nella riunione del Comitato comunale per la sicurezza. Al termine della riunione, il Comune si è impegnato a garantire la continuità del Comitato rendendo fissa e annuale la riunione per decidere il programma di pulizia del fiume Bormida, ogni anno nel mese di settembre, e a mantenere i collegamenti tra i vari soggetti interessanti diffondendo il verbale delle riunioni anche agli assenti. “Come Amministrazione siamo molto soddisfatti del lavoro di questo comitato – sottolinea il sindaco, Olga Beltrame – che nel corso degli anni è cresciuto e maturato, passando dall’essere un’occasione di confronto sui problemi del momento al ruolo attuale di proposta, coinvolgimento e collaborazione concreta tra il Comune e le aziende. Per noi amministratori, rappresenta un punto di riferimento importante, insieme alla Consulta cittadina, per mantenere costanti e proficui interscambi con la società civile”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli