Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3138 del 06 Settembre 2006 delle ore 10:20

Mare inquinato e infezioni

Scrivo da pediatra e da amministratore comunale con noti sentimenti ambientalisti in merito alla lettera pubblicata su “Il Ponente ” del 31 Agosto di una  mamma , turista e ospite a Ceriale, che ha lamentato la malattia dei suoi bambini in vacanza a causa dell’inquinamento del mare e la determinazione a non tornare più a godere del mare della Liguria per le sue ferie. La prima constatazione da fare , suffragata da molti colleghi pediatri del Ponente Savonese, è quella che ..ogni anno va sempre peggio .Ossia ogni anno assistiamo a vere e proprie decimazioni epidemiche  non solo a Ceriale ma in tutto il Ponente Savonese ,di bambini turisti e non , che nel perido estivo vengono colpiti da forme infettive di origine virale ,stomatiti e otiti con febbri altissime che rovinano le vacanze a tante famiglie. La causa di questo scellerato evento per alcuni è il clima , per altri la cattiva igiene delle spiagge ,per altri le scarse precipitazioni che possano ripulire l’aria e il terreno , per altri ancora il mare inquinato o l’inquinamento ambientale. Sta di fatto che il problema esiste , e vi assicuro che se una mamma passa buona parte della sua settimana o 15 giorni di ferie chiusa in albergo ad assistere il figlio ammmalato difficilmente l’anno successivo tornerà a fare le vacanze nel posto che tanto..ha maledetto!
Al di là di tanti spettacoli più o meno pirotecnici , promozioni estive e comitati di accoglienza per i turisti, rimane il problema di come vogliamo salvaguardare l’ambiente che è la nostra più preziosa fonte di reddito. Poco si fà , poco si spende , poco ci si pone il problema ..domani è un’altro giorno chi se ne frega , la gente dimentica in fretta.Così di giorno in giorno fra una miss muretto e l’altra ci troviamo , ancora ,senza depuratori ( l’unico funzionante(?)in Provincia è quello di Savona) e alcune cittadine vedi Ceriale ed Alassio non hanno nemmeno la grigliatura e scaricano a mare ogni genere di liquami e di rifiuto.
Ci troviamo senza raccolta differenziata dei rifiuti nella maggior parte dei Comuni ( ad Alassio si producono rifiuti indifferenziati per 1500KG/persona anno , quando la comunità europea ci invitato a scendere sotto i 300KG/persona anno.. differenziati).Ci troviamo senza parcheggi ,ad Albenga si stanno costruendo più di 800 nuovi alloggi (e che alloggi!!) con pochissimi garage.Se calcoliamo una media di due nuove macchine ad appartamento mettendole in fila facciamo una coda unica fino a Finale. Credo che sia l’ora di darci una mossa.Qualcuno mi rimprovera che ho sempre evocato scenari apocalittici e controproducenti per il turismo( moria dei delfini nel triangolo dei cetacei, inquinamento delle falde da pesticidi , aumento dei casi di tumore nella piana di Albenga e tanti altri dati tutti reali e certi… purtroppo)Si preferisce la politica dello struzzo perchè sono discorsi che danno fastidio. Allora ben venga la lettera della turista di Ceriale , ben vengano centinaia di lettere di e- mail di protesta. Lo so non accadrà niente di tutto questo ,accadrà semplicemente che l’anno prossimo o nel corso di pochi anni saranno preferite da molti turisti le spiagge della Croazia o della Corsica e della… E a Voi albergatori ,imprenditori , proprietari di campeggi,commercianti) non rimarrà che leccarvi le ferite e rimanere con camere vuote , piazzole deserte , appartamenti e merce invenduti.

Carlo Tonarelli
Consigliere Comunale di Albenga C’è
Portavoce dei Verdi


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli