Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3186 del 07 Settembre 2006 delle ore 17:30

Carabinieri: bilancio estivo nell’attività contro il crimine

Savona. Il  Comando Provinciale dei Carabinieri di Savona tira le somme delle attività svolte nel campo della prevenzione e repressione del crimine durante l’estate 2006, ma anche nell’attività di controllo dei fenomeni tipicamente estivi legati al turismo che possono avere riflessi sulla sicurezza pubblica. L’estate appena trascorsa è stata caratterizzata sotto il profilo criminale da un aumento delle rapine in banca, da una sostanziale stabilità di reati ai danni di anziani, sopratutto truffe e furti; da furti notturni in abitazione con la presenza di persone in casa, in particolare nella zona di ponente della Provincia, mentre non si è ripetuto il fenomeno degli incendi di autovetture che aveva caratterizzato la scorsa estate, così come le rapine da strada. Nel corso dell’ estate è stata sviluppata un forte opera di prevenzione e repressione del crimine da parte dei carabinieri del Comando Provinciale che dal 30 giugno al 15 settembre ha ricevuto il rinforzo di 40 militari tutti dislocati nelle zone costiere: sono stati monitorati i soggetti che avevano commesso negli anni precedenti reati di maggiore allarme sociale e quelli che erano stati raggiunti da sospetti nel corso delle indagini sugli incendi di veicoli; 189 gli arresti eseguiti, di cui ben 139 in flagranza di reato. Il Comando Provinciale Carabinieri di Savona ha condotto anche diverse operazioni in merito al contrasto delle vendite di prodotti con marchi contraffatti con ripetuti servizi svolti nelle zone costiere, oltre al controllo del settore discoteche su servizi di viglilanza, buttafuori e capienza dei locali. In quest’ambito, l’obiettivo dei militari si è sviluppato in molti casi con uno scopo di carattere informativo/dissuasivo. Ma non solo: 7 le persone arrestate, 6 per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e 1 per furto, 47 persone deferite all’A.G., di cui 40 per esercizio abusivo dell’attività di vigilanza, 3 per favoreggiamento personale e 1 per detenzione di sostanze stupefacenti, 2 per guida in stato di ebbrezza, 1 per aver consentito l’accesso di avventori in esubero al limite consentito e 1 per aver consentito l’accesso di avventori in esubero al limite consentito. Nella lotta alla vendita di marchi contrattati e all’immigrazione clandestina 7 le persone arrestate, tra cui 6 per violazione della normativa sull’immigrazione e 1 per detenzione ai fini di vendita di DVD falsi. 35 le persone deferite all’A.G., 34 per ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, 1 per ricettazione e contraffazione CD musicali e violazione del diritto d’autore. 30 in tutto le contravvenzioni a leggi speciali. Il totale della merce sequestrata ammonta a 2.811 tra capi di abbigliamento, accessori orologi, occhiali e bigiotteria per un valore complessivo di circa 54.000 euro.
 


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli