Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3248 del 10 Settembre 2006 delle ore 12:57

Oggi a Noli la storica “Regata dei Rioni”

Noli. Come ogni seconda domenica di settembre, si svolgerà oggi pomeriggio a Noli la tradizionale “Regata dei Rioni”. La storica manifestazione, giunta alla 27esima edizione, celebra il forte legame con il mare del piccolo comune, terra di naviganti e pescatori.
La regata storica rievoca l’istituzione del libero comune di Noli con la conquista dell’indipendenza dal Marchesato dei Del Carretto, signori medievali del Finale, avvenuta il 7 agosto del 1193. Inoltre ricorda l’antica usanza dei pescatori di contendersi a colpi di remo le zone più pescose del mare che bagna la cittadina.
La gara rappresenta solo uno degli aspetti interessanti della giornata. Infatti, a contorno della competizione, ci sarà una sfilata in costumi medioevali, un vero e proprio corteo per le vie della graziosa cittadina cui prenderanno parte comparse che rappresenteranno i magistrati dell’antica repubblica marinara e i delegati delle comunità vicine. La manifestazione inizierà alle 15:30 in Piazza Chiappella e alle 17:30, in Piazza Milite Ignoto, ci sarà il sorteggio delle corsie di gara, un momento molto atteso perché rivestiranno una certa importanza in caso di mare mosso e i partecipanti, visto il prestigio che riveste la vittoria nella storica regata, tengono molto ad avere le condizioni migliori. I rioni che si sfideranno avranno imbarcazioni contraddistinte dai loro storici colori: blu per la Maina, rosso per la Ciassa, bianco per il Purtellu e giallo per il Burgu.
Ieri c’è stata la tradizionale benedizione degli equipaggi e oggi, in una giornata che si preannuncia calda e soleggiata, dopo le manifestazioni collaterali, ci sarà la competizione, su una lunghezza di un miglio marino (quasi 2 chilometri).
Certo, negli anni la gara vera e propria si è evoluta parecchio, come si può capire osservando le imbarcazioni che scenderanno in acqua. Infatti i gozzi in legno di una volta non vengono più utilizzati e per la gara verranno impiegate imbarcazioni regolarmente approvate dalla Federazione Italiana Canottaggio sedile fisso, lunghe meno di cinque metri e molto leggere: costruite in vetroresina e spinte da remi in carbonio. Le ultime tre edizioni della regata sono state vinte dal rione del Burgu che, a detta di molti, si presenta anche quest’anno come favorito. Al termine della gara, dopo le premiazioni, ogni rione organizzerà una cena, per festeggiare la giornata mangiando e bevendo in compagnia, al di là di quello che sarà stato il risultato della gara.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli