Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3326 del 13 Settembre 2006 delle ore 13:37

Calcio, il Vado ha trovato la sua prima punta

Vado Ligure. Archiviata l’eliminazione dalla Coppa Italia, il Vado prosegue gli allenamenti in vista dell’esordio in campionato, che avverrà domenica prossima alle 15 al “Chittolina” contro il Sestri Levante. Indubbiamente la sconfitta con l’Imperia ha lasciato qualche dispiacere, in particolare per la rete annullata dall’arbitro a Giacchino, sembrata a tutti regolare. Tutto sommato, l’eliminazione può avere un aspetto positivo: permetterà ai rossoblu di potersi concentrare unicamente sul campionato, per conquistare una permanenza in serie D che, alla vigilia del torneo appare alla portata, senza correre il rischio di infortuni o stanchezza derivanti dalle partite di coppa.
Se vogliamo trovare un difetto a questo Vado di inizio stagione, i problemi sono arrivati soprattutto dall’attacco. Al di là delle due reti realizzate nel primo match di coppa (una ad opera del difensore Bresci, salito in occasione di un calcio d’angolo, l’altra grazie a una prodezza personale di Giacchino), il reparto avanzato non ha creato troppi pericoli nei due incontri di coppa e si è avvertita la mancanza di una prima punta da affiancare a Giacchino. Certo, nella rosa del Vado c’è anche un elemento prezioso come Marotta, giocatore agile nonostante la sua imponente struttura fisica, ma i due non possono reggere da soli il reparto per tutta la stagione. Dopo la cessione di Micheli all’Orbassano e il mancato arrivo di Soncin (accasatosi al Sestri Levante), la dirigenza è corsa subito ai ripari, portando a Vado l’argentino Martin Nicolas Tagliani, 31 anni, che in Italia giocò già al Latina. Per lui un curriculum di tutto rispetto: ha giocato in Cile con il Colo Colo, in Argentina con l’Estudiantes e recentemente in Grecia con l’Aris Salonicco. Insomma, un giocatore di sicura garanzia che, si augura il presidente Ciarlo, non dovrebbe far rimpiangere il suo connazionale Grabinski.
A questo punto, con giovani validi come Scarfò e Ruotolo, un portiere esperto come Ghizzardi, una difesa che dà sicurezza con elementi come Bresci, Lombardo, Elia e Eretta ed un centrocampo altrettanto valido, i tifosi sono legittimati a sperare in un’altra stagione ricca di soddisfazioni, magari con un esordio come quello dello scorso campionato, con due vittorie nelle prime due partite. In preparazione alla sfida con il Sestri Levante, giovedì sera il Vado dovrebbe giocare un’amichevole, probabilmente contro l’Albisole.
Intanto, la società ha reso noti i prezzi degli abbonamenti per le partite di campionato, che possono essere sottoscritti recandosi nei giorni feriali presso la segreteria del “Chittolina” durante il pomeriggio. L’abbonamento annuale costa 140 €, mentre i biglietti per le singole partite costeranno 10 € (8 € i ridotti).


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli