Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3322 del 13 Settembre 2006 delle ore 11:47

Rassegna di cortometraggi “Cinema in Borgo” : i vincitori

Finale L. Assegnati nei giorni scorsi a Finale i premi della rassegna “Cinema in Borgo”. “Madeleine” di Gabor Gozzard, giovane regista laureato in Cinema al Dams di Bologna, ha vinto nella sezione “Instant Movie”, mentre “Sotto le foglie” di Stefano Chiodini, interpretato da Valerio Mastandrea, ha vinto il premio del pubblico.
A “Madeleine” la giuria ha assegnato il premio “Overlook” per il miglior instant movie girato a Finale dal 6 all’8 settembre con attori del posto “perché, pur essendo stato girato e montato in tre giorni, con attori e location improvvisate e a zero budget, ha la dignità di un vero e proprio piccolo film”. Gli altri istant movie in concorso erano “Il rumore del cielo”, di Giuliano La Franca, e “Il nonno e la Nona”, firmato da Erion Matteo Kadilli, Nicolò Beardo e Loriano Grasso. Fra i corti prodotti dal Centro sperimentale di Fotografia e dal Centro sperimentale di Cinematografia di Roma, fra le opere premiate ai maggiori festival italiani e fra i lavori realizzati da studenti del Dams che sono stati proiettati dall’8 al 10 settembre all’Auditorium di Santa Caterina a Finalborgo, il pubblico ha scelto una pellicola già premiata con il Globo d’oro 2005: “Sotto le foglie”, di Stefano Chiodini, con Valerio Mastandrea.
Altri corti particolarmente graditi al pubblico sono stati, in ordine di preferenza, “Lost” di Slaven Rogosic, “Passatempo” di Francesco Lagi, “Just in God” di Giorgio Carella, “Sole” di Michele Carrillo e, a pari merito, “Il linguaggio dell’amore” di Susanna Nicchiarelli, “Il nano più alto del mondo” di Francesco Amato, e “Dentro Roma” di Francesco Costabile. Gli organizzatori hanno deciso di attribuire tre menzioni speciali a tre cortometraggi che ritengono di notevole spessore artistico e di grande maturità di linguaggio: menzione per la miglior regia ex-aequo a “30 Febbraio” di Sergio Basso, e “Just in God” di Giorgio Carella; menzione per il migliore sguardo sull’infanzia a “Le due lettere” di Camilla Ruggiero. La rassegna Cinema in Borgo è stata promossa dal Comune e organizzata dal gruppo “Overlook”, composto da un gruppo di giovani finalesi (Erion Matteo Kadilli, Nicolò Beardo, Matteo Mighetto e Davide Nari), capitanati da Eros Achiardi. Dice l’Assessore alla Cultura del Comune di Finale, Nicola Viassolo: “Abbiamo iniziato settembre con la prima edizione di questa rassegna dedicata ai cortometraggi e proseguiremo presentando nel corso del mese il Festival internazionale di danza “Corpi Urbani” e il Festival del doppiaggio “Voci nell’ombra”. Settembre è il mese ideale per proporre iniziative che uniscono intrattenimento e cultura. L’intento dell’amministrazione comunale è di prolungare la stagione turistica con manifestazioni che ben si sposano a questo particolare periodo dell’anno.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli