Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3398 del 16 Settembre 2006 delle ore 07:38

Albenga anche ieri flagellata dal maltempo

Danni maltempoAlbenga. Il Centa minaccioso e l’allagamento di strade, negozi e scantinati: nemmeno ieri gli albenganesi sono stati risparmiati dal nubifragio. A Campochiesa una donna è fuggita dalla propria auto prima di essere travolta dall’acqua: è ancora sotto scock. A Cisano sul Neva alcune abitazioni sono rimaste allagate ed è stato fatto evacuare l’Unieuro a causa di una grossa infiltrazione dal tetto. Ancora una volta le coltivazioni orticole e floricole hanno dovuto subire danni ingenti. La Confederazione Italiana Agricoltori e la Coldiretti chiedono l’intervento delle istituzioni sottolineando la necessità di un piano per correre ai ripari; serve una nuova canalizzazione che eviti i dissesti anche nel corso di evesti climatici straordinari. “Stiamo valutando sia i danni strutturali che quelli alle produzioni: le piante in vaso sono finite sott’acqua. E adesso che i terreni cominciano a prosciugarsi, resta quella fanghiglia che compromette lo sviluppo della pianta” dice Miriano Losno della CIA di Albenga. L’emergenza sulla Piana, nuovamente colpita dalla perturbazione, è andata migliorando verso sera. La Regione ha chiesto il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la zona ingauna. L’assessore regionale Giancarlo Cassini, insieme all’assessore provinciale Carlo Scrivano, ha incontrato i rappresentanti degli agricoltori presso la sede dell’Ortofrutticola. E’ stato istituito un gruppo di lavoro che raccolga Regione, Provincia, Comunità Montana Ingauna, Comuni di Albenga e Ceriale e associazioni di categoria per far fronte all’emergenza, che ora è quella dei danni lasciati dal temporale.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli