Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3445 del 18 Settembre 2006 delle ore 18:35

Disturbi del sonno, se ne parla al Santa Corona

Ospedale Santa CoronaPietra Ligure. I disturbi respiratori del sonno rappresentano una percentuale non trascurabile delle patologie dell’apparato respiratorio. Anche a causa della sempre maggiore attenzione verso questa particolare classe di patologie, la loro incidenza negli ultimi anni ha registrato un netto aumento. I disturbi del sonno saranno al centro dell’incontro in programma il 21 settembre, alle 17, presso l’aula della Fondazione Scienza & Vita, al terzo piano del primo Padiglione chirurgico del Santa Corona. Spiegano il Dott. Alberto Artom, Direttore del Dipartimento di Medicina del nosocomio, ed il Prof. Carlo Mereu, Direttore della Pneumologia: “Il motivo per il quale per molto tempo questi disturbi sono stati sottovalutati probabilmente risiede nel fatto che non da tutti sono riconosciuti come fenomeni patologici. Infatti, il principale dei disturbi respiratori del sonno, la sindrome delle apnee ostruttive, è caratterizzata dal russamento, che dalla maggior parte dei pazienti è considerato normale o, al massimo, più come un fastidio acustico per chi convive con il russatore”. L’incontro del 21 settembre ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti utili strumenti d’approfondimento su questo tipo di disturbi che possono comportare, oltre a semplici disturbi dell’umore, anche rischi decisamente più “importanti” per la salute del paziente per la frequente compresenza od aggravamento di malattie cardiovascolari. “Le conseguenze sono dovute al fatto che durante le apnee l’ossigenazione del sangue viene ad essere temporaneamente compromessa spesso in modo serio, e poiché il fenomeno può ripetersi decine (se non centinaia!) di volte ogni notte, questo si traduce in uno stato di stress reiterato per gli organi più sensibili allo stato di ossigenazione ematica, in particolare il cuore ed i vasi sanguigni. Così, per una malattia che origina dal sonno, presto le conseguenze diventano visibili e si palesano anche durante il giorno, durante la veglia, a carico appunto di tutto il sistema cardiovascolare”, spiega il Dott. Alberto Artom. Relatore sarà il Dott. Claudio De Michelis, responsabile dell’U.T.S.R del reparto di Pneumologia dell’Asl 1 Imperiese, che da tempo si occupa della diagnostica e terapia di questa sindrome respiratoria.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli