Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3544 del 21 Settembre 2006 delle ore 20:10

Caso Maria: il sottosegretario Melchiorre querela i coniugi Giusto

Anche oggi la vicenda della piccola Maria, con i suoi risvolti diplomatici, ha tenuto con il fiato sospeso. Fino al pomeriggio si è atteso che la famiglia di accoglienza avesse un incontro con il vescovo di Savona, Monsignor Domenico Calcagno, ma alla fine non è accaduto nulla. Anzi, la Curia ha smentito che si potesse verificare la consegna della bimba al vescovo. Ma le dichiarazioni dei coniugi Chiara Bornacin e Alessandro Giusto pubblicate oggi dal quotidiano “La Repubblica” non sono rimaste senza esito. Al centro delle parole della coppia di Cogoleto, il sottosegretario alla Giustizia Daniela Melchiorre, che ha svolto senza successo il ruolo di mediatore tra la coppia affidataria della piccola Maria e le autorità bielorusse. L’articolo del quotidiano si apre con una frase virgolettata della coppia: “Siamo pronti a consegnarla alla Chiesa cattolica. Senza condizioni. Ma ci fidiamo solo di loro. La Chiesa non mentirebbe mai. Non come lo Stato italiano, che a mediare ha mandato una con la minigonna che fa gli interessi della Bielorussia”. Frasi molto dure che il sottosegretario ha ritenuto “lesive della reputazione ed onorabilità“. Il sottosegretario alla Giustizia ha quindi fatto sapere di aver dato mandato ai propri legali per la tutela della propria reputazione in merito alle dichiarazioni rese dai coniugi.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli