Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3522 del 21 Settembre 2006 delle ore 08:23

IV edizione di Corpi Urbani / Urban Bodies

Genova. Per il secondo anno consecutivo “Corpi Urbani” dedicherà una giornata, domenica prossima, al territorio di Finale Ligure, al fine di promuovere artisti locali sul territorio ligure.Performance di danza nel centro storico di Genova caratterizzano la quarta edizione di “Corpi Urbani”, il festival internazionale di danza in paesaggi urbani, al quale parteciperanno artisti italiani ed internazionali. L’evento, previsto per venerdì e sabato, è organizzato dall’associazione ARTU in collaborazione con la Regione Liguria, l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato alla Promozione della Città del Comune di Genova, il Settore Musei, Urban 2 ed il Comune di Finale Ligure. “Corpi Urbani” prevede la presenza di quattro compagnie straniere, tra le quali quella brasiliana dei ‘Membros’ e quella francese dei ‘Tango Sumo’, e sette compagnie italiane, per un totale di 17 spettacoli, tutti gratuiti. Nel programma del festival vi saranno anche due eventi particolari, il progetto “PS-PS: Personal Stereos & Public Spaces” e “Bodiescreening: una vetrina sperimentale per la videodanza”. Il primo, dando un appuntamento ad un’ora e un luogo prestabiliti, inviterà tutti a ballare per la strada, mentre il secondo proporrà una rassegna di video, in cui musica ed immagini interagiranno all’unisono.

Gli appuntamenti a Finale Ligure sono:

Lungomare Migliorini, ore 16,30
Francesca Zaccaria & Matteo Nahum (Italia) in “Pista Improvvisa”
In pista a ritmo di malinconia, figure imprecise rivelano trucco di scena slavato. Il circolare sordo del dopo risata mastica memoria di zucchero di un parco lunare.
Interpretazione e coreografia: Francesca Zaccaria
Con la partecipazione di Giovanni Di Cicco
Musiche originali: Matteo Nahum (chitarra elettrica e loop)

 

Lungomare Migliorini, ore 17
Corpo Acqueo (italia) in “Delle Acque”
Il progetto nasce dal desiderio di sperimentare l’acquaticità, la danza e la musica come linguaggio del corpo con tutte le sue tensioni, vibrazioni, emozioni. Il racconto narra della reale esperienza del musicista che sente cambiare il rapporto fisico con lo strumento e, quindi, la propria musica, grazie all’incontro con l’acqua. Il corpo “dentro l’acqua” e “fuori dall’acqua” percepisce le differenze delle leggi fisiche al quale deve sottostare nei diversi elementi, in un gioco di continui rimandi e rispecchiamenti fra suono e movimento.
Interpretazione e Coreografia: Rossella Pisano, Daniela Manzocchi
Musica dal vivo: Marco Lombardi

 

Via Bolla, ore 17,30
Membros (Brasile) in “Meio Fio”
La compagnia, nata cinque anni fa, è il risultato della paziente azione educativa nell’ambito di un Gruppo di Strada delle scuole municipali della città di Macaé (Rio de Janeiro). Le coreografie ideate da Paulo Azevedo, rappresentano le misere condizioni di vita dell’America Latina, che sono le stesse che vivono gli interpreti della compagnia. All’origine del loro movimento e della composizione coreografica, risiede un costante allenamento acrobatico e uno studio della danza hip hop e contemporanea.
Piano orizzontale e piano verticale costituiscono indifferentemente il luogo d’azione privilegiato per questi giovani danzatori brasiliani. Si lanciano contro le pareti, si gettano al suolo, lottano con altri corpi. E costruiscono un’energica composizione fisica, che arriva a significare più delle parole: un’esternazione della violenza e della rabbia di un’intera popolazione attraverso il movimento.
Creazione e Direzione: Paulo Azevedo e Taís Vieira
Coreografia: Taís Vieira
Interpreti: Jean Gomes, Mirila Greicy, João Carlos Silva, Marili Stefany, Zanzibar Vicentino, Taís Vieira, Amilton Vilarindo
Produzione El Climamola – progetti artistici. In collaborazione con L’Estruch de l’Ajuntament de Sabadell. Con il sostegno di Prefeitura Municipal de Macaé, Fundação Macaé de Cultura, Pró Phisic Academia, Geovana Fisioterapia, Continental

 

Via De Raymondi/Via Pertica, ore 18
Antoine Le Menestrel (Francia) in “L’aimant”
L’universo dell’artista Antoine Le Menestrel, che in qualità di ottimo scalatore negli anni ’80, dal 1988 crea spettacoli per gli spazi urbani, è quello della verticalità, punto d’incontro tra diverse discipline quali la danza, la scalata, l’arte di strada e l’immagine. La struttura architettonica degli edifici, con le pareti, le torri, gli angoli e le nicchie delle facciate, sono re-inventati e re-interpretati dagli agili e sinuosi movimenti dell’artista.
Alcuni dei luoghi dove Antoine ha lavorato sono l’Opera National di Lyon, il Palais des Festivals di Cannes, il Théâtre Minoterie di Marsiglia, la Chapelle Pénitents blancs, l’Hôtel de ville e l’Opéra di Avignone, l’Opèra di Tours, il Théâtre Municipal di Fontainebleau, il castello di Rovereto, il palazzo delle Poste di Nuoro.
L’Aimant è un percorso improvvisato con gli abitanti alle finestre, il pubblico in basso e l’architettura. Romeo cerca la sua Giulietta sui balconi degli edifici, apre le persiane, bussa alle finestre, regala una rosa, propone un sorriso, canta con il suo corpo. Non conosce ancora la sua Giulietta, ma fa battere il cuore degli spettatori.
Ideazione e coreografia: Antoine Le Menestrel
Direttore di scena: Jean-Luc Bichon
Musica: Baldassar Castiglione

 

Piazza San Giovanni Battista, ore 19
Company Blu Danza (Italia) in “La Casa Invisibile”
Il corpo nomade abita uno spazio attraverso il movimento ed è esso stesso dimora sensibile; superato il classico dualismo con la mente, è concepito non solo come entità fisica dell’essere, mero strumento di comunicazione, ma come una complessa interazione di forze. Ogni punto di arrivo è una micro-composizione, un’oasi di riferimento nell’intervallo del percorso coreografico.
Company Blu rappresenta da alcuni anni una delle più interessanti e prolifiche realtà della danza contemporanea italiana.
Interpretazione e coreografia: Alessandro Certini e Charlotte Zerbey
Musica dal vivo: Spartaco Cortesi
Costumi: Ghissu
Produzione Company Blu sostenuta dal Ministero dei Beni Culturali, Regione Toscana, Sesto Idee


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli