Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3576 del 23 Settembre 2006 delle ore 07:29

Caso bimba bielorussa: sullo sfondo, anche questioni religiose

Una chiesa ortodossaDurissimo intervento del governo bielorusso che ha deciso di chiedere l’intervento dell’Interpol per rintracciare la piccola Maria, la bambina minorenne che una coppia di Cogoleto, la famiglia Giusto-Bornacin, presso cui aveva trascorso un periodo di vacanza, si è rifiutata di riconsegnare alle autorità di Minsk al termine del soggiorno in Italia. La riconsegna sarebbe dovuta avvenire quattordici giorni fa, ma da quel giorno la famiglia ligure ha ingaggiato con le autorità del paese dell’ex Unione Sovietica ed anche con le autorità italiane un braccio di ferro tendente a mantenere la bambina con sé. Nello stesso frangente però, i Giusto-Bornacin, hanno provveduto a nascondere la minore così bene da rendere vane le ricerche finora effettuate dalle forze dell’ordine italiane. In guerra non solo con le autorità italiane, hanno definito il sottosegretario alla giustizia, l’on. Melchiorre, un “personaggio che usa farsi notare con minigonne mozzafiato e che fa gli interessi della Bielorussia”, tanto da essere querelati per diffamazione. Contestualmente alle frecciate al rappresentante del Governo, i Giusto-Bornacin, cugini dell’onorevole ligure di Alleanza Nazionale Giorgio Bornacin, avrebbero dichiarato di fidarsi solamente della mediazione da parte della Chiesa cattolica. Probabilmente la soluzione è stata prospettata loro dal parroco di Cogoleto. Investito della vicenda Mons. Domenico Calcagno, Vescovo di Savona, Diocesi sotto la cui giurisdizione ricade Cogoleto, si è immediatamente consultato con Mons. Bertone, neo Segretario di Stato, il quale, constatato che la bambina formalmente è stata sottratta al suo stato d’origine, ha consigliato prudenza assoluta. Troppo delicati sono ancora i rapporti tra mondo cristiano ed Islam dopo l’ormai famosa “lezione di Ratisbona” tenuta da Papa Ratzinger due settimane fa per incorrere nel rischio di implicare il Vaticano in un’altra grave crisi internazionale. Così Mons. Calcagno ha fatto un passo indietro e la Chiesa savonese, pur non disinteressandosi al caso, non ha programmato per ora alcuna iniziativa. Chi invece si è fatta sentire è stata la Chiesa ortodossa che, ove Maria fosse consegnata al Vaticano per un anno, teme un nuovo caso Mortara, il bambino bolognese che nel 1857, pur appartenendo ad una facoltosa famiglia di religione ebraica, venne in circostanze mai chiarite battezzato secondo la religione cristiana all’insaputa dei genitori. Il caso fece scalpore, si parlò di conversione forzata ed aprì una grave crisi tra comunità ebraica e Stato pontificio, tanto che ancora oggi gli ebrei si sono opposti con veemenza al recente innalzamento agli onori degli altari del Pontefice dell’epoca, Papa Mastai Ferretti. “Maria non è cattolica e, pur essendo cristiana, la sua confessione è quella ortodossa”, ripetono alla parrocchia di Cristo Salvatore di Sanremo, che ha giurisdizione su tutto il ponente ligure. “Non abbiamo nulla contro la Chiesa cattolica, ma sentendo parlare in televisione i coniugi di Cogoleto ci è parso che siano animati anche da un certo fanatismo religioso e considerino il credo apostolico romano al di sopra di tutto il resto. Si sentono degli dèi infallibili e considerano noi cristiani d’Oriente dei sottosviluppati”. Questa la posizione di molti fedeli ortodossi, alcuni di essi pure con incarichi di prestigio all’interno della comunità. A Sanremo non è invece presente il parroco, che viene da Nizza, e neppure il suo incaricato Padre Denis Guillaume. Non conosciamo quindi la loro opinione in merito; certo che la paura di un nuovo caso Mortara, i coniugi Giusto forse desidererebbero fosse così, c’è ed è inutile negarlo. Forse come consiglia il Vaticano ora è meglio per il bene della bambina che venga ritrovata sana e salva. Poi c’è tutto il tempo per discettare di religione, senza creare attriti tra le due maggiori confessioni del credo cristiano.

Sergio Bagnoli

» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli