Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3682 del 27 Settembre 2006 delle ore 10:21

Altare, variazione piano triennale opere pubbliche

Altare. La giunta comunale di Altare ha deciso nei giorni scorsi una variazione al piano triennale delle opere pubbliche per il periodo 2006-2008 (variazione che verrà sottoposta venerdì prossimo all’attenzione del consiglio comunale) in modo da poter avviare subito un intervento urgente di pulizia e messa in sicurezza del Rio Fossato. L’intervento ha lo scopo principale di ovviare una volta per tutte al problema dei miasmi avvertiti da tempo dai residenti, specie da quelli che abitano nella zona dove il rio Fossato scorre a cielo aperto, inconvenienti che negli ultimi tempi si erano fatti più frequenti e meno sopportabili. Il progetto, redatto congiuntamente dallo Studio SM Ingegneria di Altare e dall’ufficio tecnico comunale, prevede lo scavo e l’asportazione della terra depositatasi sul fondo dell’alveo nel corso dei decenni, impregnata di liquami. L’alveo e gli argini verranno ricostruiti con pietra naturale. Sotto il fondo, verrà collocata una tubazione che porterà via l’acqua nei periodi di magra del rio, evitando così il deposito di detriti. Per coprire i costi del progetto verrà chiesto un finanziamento di 135.000 euro alla Cassa Depositi e Prestiti e un contributo al Bacino Imbrifero Montano di 15.000 euro. “Il progetto – commenta il sindaco, Olga Beltrame – si colloca in un programma più ampio che riguarda tutto il sistema fognario di Altare e tutti i problemi correlati. Il rio Fossato rappresenta forse il punto più critico, ed è per questo che la giunta ha deciso questa variazione al piano triennale in modo da poter eseguire l’intervento già quest’anno. L’anno prossimo si proseguirà con la richiesta di finanziamenti regionali a valere sulla legge 46”. Nell’ambito dello studio del sistema fognario comunale, finalizzato alla risoluzione dei problemi di allacci e scarichi evidenziati ed aggravati anche dai recenti forti temporali che hanno colpito il territorio, sono in corso in questi giorni controlli e sopralluoghi dei tecnici comunali per controllare che tutti gli scarichi siano effettivamente allacciati alla rete fognaria. Uno di questi sopralluoghi è stato effettuato proprio all’interno delle galleria nelle quali il rio Fossato scorre sotto l’abitato di Altare per un lungo tratto e ha consentito di verificare che alcuni “chiusini”, cioè i coperchi dei tombini, situati all’interno dell’alveo sotterraneo, risultavano spostati dalla loro sede per effetto della corrente generatasi durante le forti piogge. “Proprio in ragione di queste evidenze – prosegue il sindaco – era previsto per lunedì un intervento con il canal jet, una pompa che permette di aspirare i liquami, intervento che è stato necessario posticipare a causa dell’ennesimo nubifragio”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli