Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3698 del 27 Settembre 2006 delle ore 17:05

Calcio, Coppa Italia: il Savona perde in casa con l’Imperia, l’Albenga non si presenta a Loano

Savona CalcioSavona. L’incontro di andata del secondo turno di Coppa Italia tra Savona e Imperia si è appena concluso con la vittoria degli ospiti per 3 a 1. La partita, diretta da Davide Penno, è stata giocata a ritmo blando e con le due squadre intenzionate più che altro a svolgere un buon allenamento in vista dei rispettivi match di campionato, in programma tra 4 giorni, senza spendere troppe energie. Il Savona è passato in vantaggio grazie ad un calcio di rigore realizzato da Prunecchi e ha subito l’1 a 1 realizzato da Clerino prima del termine della prima frazione. Nel secondo tempo l’Imperia ha dimostrato di tenere più dei biancoblu al passaggio del turno e ha trovato le due reti del definitivo 3 a 1, con Chiarlone al 67° e con Clerino al 76°. Lo stesso Clerino, autore di una bella doppietta, ha compromesso la sua prestazione nei minuti di recupero quando si è fatto espellere per un’inutile e pericolosa entrata ai danni di Pellegrini.
I due allenatori hanno concesso spazio, come era prevedibile, agli uomini meno impiegati in questo inizio di campionato. Mister Riolfo ha schierato in porta Giribaldi al posto del titolare Chiusi e in campo si è rivisto Luca Di Pietro. Il Savona ha fatto a meno dello squalificato Giuntoli, di Riggio e Vanoli, entrambi non in perfetta forma, di Albanese e Cilona, da tempo infortunati e di Pellegrini e Grabinski, lasciati a riposo per l’importante partita di domenica contro il Casale. L’incontro di ritorno verrà giocato mercoledì 25 ottobre al “Ciccione” di Imperia e per i neroazzurri i passaggio del turno si preannuncia come una formalità.
Alle 16 a Loano era in programma la partita che chiudeva il girone “C” di Coppa Italia di Eccellenza e Promozione. Secondo il calendario la Loanesi attendeva l’Albenga di mister Zanardini e oggi allo stadio “Ellena” l’attesa c’è stata nel vero senso della parola, ed è stata vana. Infatti la squadra ingauna non si è presentata e arbitro e assistenti, dopo aver effettuato l’appello dei giocatori della Loanesi, hanno dovuto aspettare i 45 minuti previsti dal regolamento per sancire la vittoria per 3 a 0 a tavolino della squadra di casa. La Loanesi così coglie la qualificazione agli ottavi di finale con 6 punti, davanti al Cisano che ha chiuso a 3 e l’Albenga a 0. Il sodalizio del presidente Patrucco si è reso protagonista di una brutta figura, non onorando questo impegno. Ora dovrà offrire valide motivazioni per evitare una pesante sanzione pecuniaria da parte del giudice sportivo. Certo l’orario pomeridiano in un giorno lavorativo non aiutava, così come gli stimoli erano del tutto assenti (per il passaggio del turno ci sarebbe voluta un’impresa al limite dell’impossibile), ma sembra assurdo che una società di Promozione non sia riuscita a mandare in campo una squadra, magari anche composta da ragazzini, per onorare l’impegno, tanto più che la trasferta era davvero breve. I giocatori della Loanesi, agli ordini del tecnico Monteforte, hanno svolto un allenamento in preparazione del match di domenica contro la Corniglianese.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli