Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3678 del 27 Settembre 2006 delle ore 09:15

Deragliamento: si sta ricostruendo l’incidente causato dalla frana

FerroviaSavona. “Disastro ferroviario colposo”, questa è l’ipotesi di reato configurata contro ignoti dalla Procura di Savona in relazione al deragliamento del treno diretto a Torino che si è verificato lunedì sera nei pressi del Santuario. Mentre in tecnici della rete ferroviaria stanno ripristinando gli impianti e la frana che ha interessato la zona viene rimossa, la Polfer ha raccolto le testimonianze del macchinista e del capotreno che si trovavano, insieme ad una quarantina di passeggeri, a bordo del convoglio: il treno è uscito fuori dalle rotaie per un improvviso crollo di rocce dalla collina, uno smottamento provocato dal maltempo. Macchinista e capotreno, entrambi di Acqui, sono rimasti leggermente feriti. Locomotore e vagoni sono stati dissequestrati e, anche grazie ai rilievi effettuati dalla polizia scientifica, si cerca di ricostruire meticolosamente l’accaduto. La caduta di detriti sui binari sarebbe avvenuta proprio intorno alle 18,20, nel momento in cui transitava il convoglio, e grossi massi avrebbero fatto da “leva” per la pilotina e la vettura successiva, che hanno perso la guida delle rotaie ed hanno urtato il fianco della collina proseguendo per un tratto nel bosco, in perpendicolare rispetto alla ferrovia. Le Ferrovie intanto hanno organizzato un servizio di bus navetta, tre volte al giorno, per i pendolari che salgono alle stazioni di Ferrania e Bragno, rimaste isolate dopo l’incidente.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli