Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3726 del 28 Settembre 2006 delle ore 13:14

Nel Savonese le riprese di un film fantasy con Brendan Fraser

Provincia. La favola di un viaggio fantastico proprio nelle terre del Ponente Ligure. Una vera attrazione per il grande pubblico del cinema ‘fantasy’. La Italian Riviera – Alpi del Mare Film Commission della Provincia di Savona, diretta da Alessandra Bergero, annuncia l’arrivo a Novembre di una importante produzione statunitense. La New Line Cinema di Los Angeles infatti ha confermato la scelta del territorio savonese per l’ambientazione di un film ‘fantasy’ per ragazzi, intitolato “Inkheart”, ovvero “Cuore d’inchiostro”, che avrà come attore protagonista Brendan Fraser e sarà diretto da Iain Softley. Ancora top secret il resto del casting. Tratto dal romanzo omonimo di Cornelia Funke, anche produttrice del film, “Cuore d’inchiostro” è un’avventura immaginaria senza tempo, incentrata su Meggie, una ragazzina il cui padre ha l’abilità segreta, quando legge ad alta voce, di trasferire i personaggi dai libri alla realtà. Quando un malvagio assetato di potere, proveniente da un libro per bambini, rapisce il padre di Meggie per far uscire altri cattivi fuori dal libro, fuori dai confini della fantasia, la ragazzina, insieme a un disparato gruppo di amici sia reali che magici, si mette in moto per tentare di salvarlo e per rimettere le cose al posto giusto, ritrovandosi così trascinata in un turbine di vicende in cui l’immaginazione diventa realtà, in una di quelle avventure di cui lei stessa ha letto solo sui libri. Le riprese dureranno in tutto quattro settimane e sono previste a Novembre principalmente in provincia di Savona. Paesi dimenticati, vicoli e portici di pietra medioevali, gole rocciose di montagna e litorali dai colori pastello, saranno l’ambientazione del film. “Abbiamo scattato migliaia di fotografie, valutato e scelto decine di ‘locations’, effettuato vari e ripetuti sopralluoghi sul posto per diversi mesi, fino a quando si è riusciti finalmente ad arrivare a una selezione che ha soddisfatto pienamente sia la creatività degli artisti che le esigenze produttive. La completa collaborazione e la competenza professionale ha convinto alla fine, la produzione americana a produrre l’intero film nelle nostre zone” dice la direttrice della Italian Riviera – Alpi del Mare Film Commission, Alessandra Bergero.


» Felix Lammardo

16 commenti a “Nel Savonese le riprese di un film fantasy con Brendan Fraser”
info@villaida.it ha detto..
il 28 Settembre 2006 alle 19:58

una grande opportunita’ di promozione per tutto il compressorio
un grande successo che spero trovi il riconoscimento dovuto
mille grazie alla Sig.Alessandra Bergero e al suo staff
spero che questa opportunità venga gestita nella maniera migliore
buon lavoro

antonio casanova ha detto..
il 29 Settembre 2006 alle 13:53

per la precisione il marito dell’iniziativa non è della Sig.ra Bergero ma del Vicesindaco di Laigueglia Paolo Martino che ha lavorato con insistenza per il successo sicuro di questa occasione promozianale. Un grazie accorato va anche all’Assessore Dott. Franco Laureri per aver concesso l’utilizzo del capannone SAR.

Redazione ha detto..
il 29 Settembre 2006 alle 13:56

Chiedo venia sig. Casanova, ma cosa c’entra il capannone della sar a Laigueglia con le riprese del film nell’entroterra savonese?

antonio casanova ha detto..
il 29 Settembre 2006 alle 18:05

gentile redazione rispondo alla sua domanda. Per Laigueglia, e la riprova ne è l’articolo apparso sulla Stampa di ieri a firma dell’ottimo cronista e concittadino Massimo Boero, l’amministrazione comunale si vanta di aver essa stessa portato la produzione del film a Laigueglia e grazie all’insisistenza del Vicesindaco Martino. Molti increduli concittadini l’altro ieri (e quindi prima del preciso articolo della Stampa) affermavano che il Vicesindaco avesse addirittura firmato un contratto di collaborazione con la produzione della mitico Herry Potter, ieri l’operazione è stata svelata nei suoi contenuti. Ancora oggi gli Amministratori di Laigueglia solennemente si vantano del successo ottenuto. Il Capannone della SAR è stato messo a disposizione gratuitamente dall’amministrazione civica, nella persona dell’Assessore delegato Laureri (ben introdotto nel giro essendo docente di marketing) alla produzione per girare molte scene del film.
cordiali saluti.

Umberto ha detto..
il 28 Ottobre 2006 alle 16:24

A me poco importa di chi è il merito,vi posso dire che sono stato chiamato per una parteciazione in quel film e ne sono enormemente entusiasta.Quindi grazie a tutti.
Umberto

diegosalvi ha detto..
il 29 Ottobre 2006 alle 16:32

Non vedo il motivo di fare polemiche, il modo giusto per far crescere la Liguria sotto il profilo turistico è lavorare tutti insieme, il Signor Casanova ha fatto bene ha precisare, ma la sua e.mail, a mio giudizio, sicuramente sbaglio, ha un tono polemico, che poco si addice alla filosofia che bisognerebbe addottare per una nuova politica del turismo, quella di un lavoro in sinergia e senza polemiche, che purtroppo vediamo in politica quanti danni può compiere.

Per la precisione… ha detto..
il 29 Ottobre 2006 alle 20:29

Volevo solo precisare, per il signor Antonio Casanova, che il Dott. Laureri non è assessore in quanto non fa parte della giunta e non ha deleghe amministrative, e, pertanto, non puo’ concedere nè il capannone della sar nè nessun altra struttura comunale non avendone le competenze.

Questo per correttezza e precisione dell’informazione, senza nessun intento polemico…

Paolo Martino ha detto..
il 30 Ottobre 2006 alle 18:30

Alla luce di quanto sopra detto mi permetto di puntualizzare alcune cose:
Il primo merito va dato effettivamente alla sig.ra Bergero che ha saputo promuovere il nostro comprensorio. Probabilmente senza l’impegno della Film Commission la produzione del film Inkheart non avrebbe mai girato qui. Per una migliore precisione sintetizzerò l’iter che ha seguito questo straordinario evento.
In un giorno di settembre vengo contattato dalla sig.ra Bergero che era in cerca di una terrazza per delle riprese di un film. Grazie alla disponibilità di alcuni concittadini, vengono fatti visionare alla produzione, una ventina di terrazze private, senza però trovare alcuna soluzione soddisfacente. A questo punto, vista la disponibilità trovata, la mia insistenza al non voler perdere un’occasione simile e la straordinaria bellezza di Laigueglia, il regista decide, vista la vicinanza ad Alassio (quartier generale della Produzione – Panorama Film) di girare alcune scene del film direttamente nel centro storico di Laigueglia abbandonando quindi la candidatura di altri due importanti comuni del Levante.
Vengo successivamente contattato dal sig. Alunni della Panorama Film, in quanto la Produzione è alla ricerca di una struttura per la sartoria. Ed ecco qua che entra in gioco il Capannone Ex-sar: appena visionato la Produzione decide di affittare per due mesi la struttura e trasformarLa in un enorme sartoria.
Concordo pienamente con quanto riporta il sig. Buscaglia circa la grande opportunità che ci è data; per quanto riguarda l’Amministrazione, posso garantire che si è fatto, si sta facendo e si cercherà di fare quanto più possibile per gestire al meglio questa irripetibile occasione. Infine a tutte le persone – dai cittadini alle associazioni ed ai dipendenti – che si sono rese e si renderanno disponibili per la riuscita di questa iniziativa promozionale, un particolare GRAZIE MILLE.
Cordiali saluti, Paolo Martino

Agostino ha detto..
il 2 Novembre 2006 alle 08:46

Bisognerebbe “sfruttare” positivamente l’evento invece che cadere in sterili discussioni di chi ha concesso cosa ecc.
SI STA GIRANDO UN FILM NEL SAVONESE……. questo deve essere l’argomento di cui discutere.
I luoghi che verranno ripresi gireranno le sale cinematografiche di gran parte del mondo, e spingeranno forse qualche turista in piu’ a vedere quei luoghi. Inoltre sono moltissimi gli artisti dilettanti,semi-professionisti e professionisti savonesi che fanno parte del cast come comparse o in piccole parti. Chissa’ che per qualcuno di loro non sia un’inizio verso il professionismo?
Facciamo che questo evento non passi inosservato nella nostra provincia, abbiamo una scenografia naturale cosi’ bella e varia da poter fare da set a qualunque tipo di film o telefilm……… potrebbe essere una possibilita’ in piu’ per il Savonese e i suoi abitanti?

Agostino

JACK ha detto..
il 3 Novembre 2006 alle 12:57

Bravo Paolo

Alessandra Bergero ha detto..
il 4 Novembre 2006 alle 00:08

Ringrazio Paolo Martino, vicesindaco di Laigueglia per la puntualizzazione riguardo a come é arrivato il film a Laigueglia.
Agostino ha ragione.
Il Ponente della Liguria ha molto da offrire e molto da valorizzare.
Me ne sono accorta quando sono tornata qui dopo dieci anni di studio e lavoro a New York. Sono io la colpevole di Matt Damon con Bourne Identity a Imperia, della Twingo a Noli, del film Inkheart e di alcune altre produzioni che in questi ultimi anni hanno preferito le nostre zone ad altre…
Ho pensato anch’io che il Ponente fosse proprio adatto come set per il cinema, la pubblicità,ecc perché offriva un’interessante varietà di paesaggi (mare e monti) in uno spazio limitato.
Una Cinecittà a cielo aperto, illuminata tutto l’anno. Tanti alberghi vuoti in inverno e una capacità di ricezione turistica non sfruttata sufficientemente.
Su queste considerazioni é nata nel lontano 1998 la ITALIAN RIVIERA -ALPI DEL MARE FILM COMMISSION con un mio progetto di 40 pagine che, sebbene visionario per quei tempi, venne supportato dalla Provincia di Savona. In tutta Italia a ruota sono state create 17 Film Commissions in tutte le Regioni. Qui in Provincia di Savona siamo stati i primi. Pioneri.
Per alcuni anni siamo riusciti a partecipare al Festival di Cannes con uno stand che promuoveva i nostri bei luoghi per il cinema. Pare che abbia funzionato, nonostante il budget limitatissimo.
Spero che serva a farvi sognare e a farvi divertire un po’ di più di prima, ma anche che si riesca finalmente ad andare fino in fondo, trasformando il tessuto culturale ed economico locale.
Un inglese della troupe appena arrivato mi ha chiesto, puntando il dito sull’isola Gallinara, se si trattava di Capri. L’ho considerato un complimento. Poi gli ho spiegato dov’era. Poi non ho potuto fare a meno di pensare che l’Italia é tutta bella…Bisogna tenerlo molto ben presente, perché anche Camogli é magnifica, e questo film poteva benissimo essere girato in altre località, come ad esempio a Matera invece che a Balestrino. Se é arrivato in Provincia di Savona é perché é stato offerto un servizio di alto standard professionale, un archivio fotografico di oltre 5000 foto e un know-how di 20 anni di lavoro in questo settore.
Queste cose non piovono dal cielo. Sono frutto di un lungo lavoro. Solo in questo modo si ottengono risultati di questo livello.
Visto che solo i fatti contano e non le idee, spero almeno che, con questo risultato, non ci sia bisogno di spiegare più niente d’ora in poi. Pura illusione?
Scusate lo sfogo ma é stata dura.
Saluti a tutti.
Alessandra Bergero
Direttore Italian Riviera-Alpi del Mare Film Commission

Alberto Ambrogi ha detto..
il 6 Novembre 2006 alle 16:10

Complimenti per questa grande inziativa. C’è un grande bisogno di persone che si adoperino per la promozione di Laigueglia (e più in generale del Ponente e del suo entroterra) perché non diventi solamente un dormitorio estivo e una giungla nei week-end da giugno a settembre. Quindi complimenti e cercare di fare il possibile perché i media nazionali ne parlino.

paul ha detto..
il 8 Novembre 2006 alle 13:21

cercano comparse?? dove ci si deve informare per fare richiesta?
grazie!

claudia ha detto..
il 8 Novembre 2006 alle 15:01

anch io vorrei sapere com è possibile riuscire a collaborare in qulache modo con il cast. sono una giovane fotografa e sarebbe molto interessante per me assistere ed imparare alle riprese del film

come Claudia ha detto..
il 8 Novembre 2006 alle 18:57

anche io come Claudia sono un fotografo… diciamo alle seconde armi..visto che le prime già pasate e mi piacerebbe sapere se è possibile assistere, anche contribuendo a qualunque attività, ovviamente inerente alla fotografia …..grazie

alessandro ha detto..
il 10 Novembre 2006 alle 20:39

vorrei se possibile partecipare come comparsa al suddetto film che vedra’ nei panni del protagonista brendan fraser. parlo perfettamente inglese e non avrei problemi di nessun tipo a sostenere un eventuale casting in lingua inglese.aspetto un cortese riscontro da parte vostra via e-mail.grazie

CERCAarticoli