Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3775 del 02 Ottobre 2006 delle ore 09:30

Caso Maria, Calcagno: attiverò contatti con la Nunziatura in Bielorussia

Savona. Alla fine non c’è stato bisogno del comunicato ufficiale della curia savonese, il caso Maria ha infatti avuto un epilogo improvviso e per certi casi inaspettato, con il rimpatrio della bimba dopo il blitz di venerdì sera. Deluso e amareggiato, come ha sottolienato ai quotidiani locali, il vescovo di Savona Mons. Domenico Calcagno, impegnato fin da subito nel tentativo di mediazione con le autorità bielorusse con garanzie sul mantenimento di contatti con la bambina, oltre alla possibilità per la famiglia di Cogoleto di continuare a vederla e assisterla in Bielorussia ed anche in Italia, questa la proposta avanzata da Mons. Calcagno durante i lunghi giorni in cui la piccola Maria è stata nascosta dai coniugi Giusto, proposta non andata a buon fine, anche perchè il vescovo della curia di Savona-Noli sperava prima in un pronunciamento della Corte d’Appello di Genova. “Non appena la situazione lo permetterà, attiverò subito contatti con la Nunziatura in Bielorussia per sapere le sorti della piccola Maria e mantenere i contatti con la piccola – ha ribadito il vescovo di Savona Domenico Calcagno.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli