Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3815 del 03 Ottobre 2006 delle ore 10:00

Delitto Moro, il coltello da cucina sotto analisi: ancora caccia agli amanti

Savona. Il coltello da cucina trovato nell’abitazione di Cristina Moro è compatibile con le ferite inferte alla donna, strangolata poi con un cordino delle tende. Quindi, quella che potrebbe essere l’arma del delitto di via Guidobono è sotto analisi. Ritrovato nel lavandino della cucina, non presenta macchie di sangue, ma può ugualmente rivelare tracce utili. Gli investigatori ora sperano che altre risposte definitive possano arrivare dagl’altri reperti al vaglio della scientifica, dopo la raffica di interrogatori di uomini che hanno frequentato Cristina Moro negli ultimi tempi. La donna riceveva in casa anche persone per leggere le carte e i tarocchi, ma è sul movente passionale che ruota l’assassinio della donna, e anche per questo molti dei amanti si sono presentati spontaneamente dagli inquirenti per spiegare la loro posizione ed evitare che le famiglie possano venire a sapere degli incontri con l’ex dipendente della Asl. Insomma la caccia a uno dei recenti amanti della vittima continua, una persona che quella sera, di sabato, aveva un appuntamento con la donna da cui sarebbe nata una lite sfociata nel crudele omicidio. Decisivi saranno quindi anche i responsi sui tabulati telefonici di Cristina Moro, da cui potrebbe saltare fuori chi quella sera la donna doveva incontrare.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli