Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3816 del 03 Ottobre 2006 delle ore 11:08

Liguria, dal 6 Novembre vaccinazione antinfluenzale

Regione. Dal prossimo 6 novembre sarà possibile farsi vaccinare presso gli ambulatori dei medici di Medicina Generale che aderiscono alla campagna antinfluenzale oppure presso gli ambulatori di Igiene e Sanità Pubblica delle Aziende Sanitarie. Per accedere alle prenotazioni presso i centri vaccinali aziendali occorre avere compiuto 64 anni oppure, per i pazienti con patologie a rischio e presentare la richiesta del medico di famigglia. L’anno scorso in Liguria sono state somministrate circa 400.000 dosi di vaccino antinfluenzale. Il 65% per cento della popolazione ultrasessantaquattrenne è stata sottoposta a vaccinazione: tale risultato – sottolinea la Regione – può essere considerato soddisfacente, ma dovrà essere ulteriormente incrementata, in base agli obiettivi individuati dal Ministero della Salute. Risulta invece ancora insoddisfacente – rileva la Regione – il numero di soggetti in età infantile ed adulta considerati a rischio sottoposti a vaccinazione; il miglioramento dell’offerta attiva nei confronti di questi soggetti risulta pertanto un obiettivo prioritario. Nei soggetti ad alto rischio e negli anziani è fortemente consigliabile effettuare la vaccinazione per pneumococco, le cui indicazioni sono sostanzialmente identiche a quelle dell’antinfluenzale. La vaccinazione è offerta gratuitamente con le stesse modalità in essere per la campagna antinfluenzale. Quest’anno la posticipazione della data di inizio della campagna vaccinale, che tradizionalmente prendeva il via il 15 ottobre, è dovuta al fatto – si legge nella nota della Regione – che i produttori europei stanno incontrando ritardi nella produzione del vaccino antinfluenzale per la stagione 2006/2007 dovuti ad una bassa resa nella crescita di un ceppo virale contenuto nel vaccino, il ceppo H3N2: l’European Vaccine Manifactures, che rappresenta le maggiori ditte produttrici di vaccini, ha comunicato che esistono concrete possibilità che nella fase iniziale della campagna vaccinale il numero di dosi disponibili sarà inferiore a quello previsto e di conseguenza il rifornimento verrà distribuito in un periodo temporale più lungo”. L’ assessorato regionale alla sanità ha così invitato le Aziende Sanitarie Locali a programmare l’inizio della campagna vaccinale antinfluenzale per il prossimo 6 Novembre. I dati della sorveglianza epidemiologica e virologica fanno ritenere agli esperti dell’ assessorato “che questa posticipazione non rivestirà alcun problema sull’efficacia della stessa; il sistema di sorveglianza, attivo ormai da lungo tempo, indica infatti che in Italia il picco epidemico
si verifica in genere nelle prime settimane di Febbraio e che i primi isolamenti del virus influenzale si riscontrano solitamente nel periodo compreso tra l’ultima decade di dicembre e la prima di gennaio”.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli