Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3818 del 03 Ottobre 2006 delle ore 12:04

Nella ottava Gran Fondo “Carlo Dapporto” successo di Cristiano Salerno

Alassio. Si è svolta domenica l’ottava edizione della classica Gran Fondo intitolata alla memoria del grande attore matuziano Carlo Dapporto. La manifestazione ha avuto un grande successo di pubblico e partecipanti: infatti erano oltre 1.000 i ciclisti ai nastri di partenza.
La vittoria finale è andata al professionista della Tenax Cristiano Salerno, che ha preceduto Gianni Fontana e Armando Marzano.
Nella Gran Fondo, che misurava 131 chilometri di cui 60 di salita con un dislivello di 2.070 metri, sono stati questi i primi 10 a tagliare il traguardo: 1° Cristiano Salerno (Tenax) in 3 ore 53’ 59’”, 2° Gianni Fontana (ASDN Kemel) a 1’12”, 3° Armando Marzano (Polisportiva Costiera Sorrentina) a 1’ 23”, 4° Stefano Sala (Team Carimate) a 1’ 32”, 5° Andrea Natale (Team Orobico) a 1’45”, 6° Pawel Sendal (Rusty Bike), 7° Franco Zarro (ST Golfo Dianese), 8° Matteo Nesti (Ciclolandia Pistoia), 9° Bruno Mestre (Volo 101), 10° Massimiliano Sarazzi (Gruppo Sportivo Bassotoce).
Dalla classifica è stato estrapolato l’ordine di arrivo degli Elite, nei quali il primo posto è andato a Salerno davanti a Natale e a Sendal.
Sul percorso breve, il Medio Fondo, di 102 chilometri di cui 35 di salita con un dislivello di 1.280 metri, è stato questo l’ordine di arrivo: 1° Claudio Fantonetti (Team Edilcase) 3 ore 05’ 24”, 2° Tiziano Bardi (GS Monegliese) a 8”, 3° Roberto Daprato (Camaiore) a 58”, 4° Germano Gaggioli (Quinto al Mare) a 1’28”, 5° Flavio Ginestra (Valnervia) a 1’28”, 6° Giovanni Villano a 1’32”, 7° Denis Sosnovschenko (CC Piemonte) a 3’14”, 8° Alessandro Mollo a 3’15”, 9° Massimo Zunino a 3’16”, 10° Alessio Ricciardi a 3’20”.
I percorsi, uguali a quelli della scorsa edizione, erano lunghi 131 e 102 km, con partenza dalla città del muretto alle 10 a velocità controllata verso Albenga dove nella frazione San Fedele lo starter ha dato il via agonistico e dopo circa 10 km i partecipanti hanno affrontato la prima salita fino al GPM posto a Vendone, 368 metri sul livello del mare. Dopo un’ascesa di 7,3 km e un dislivello di 329 metri con gli ultimi 500 all’8% sono giunti a Leverone dove era posto il primo rifornimento, quindi discesa sulla strada provinciale 453 passando all’antico abitato di Borghetto d’Arroscia, sino a Muzio dove dopo un chilometro c’era la divisione dei percorsi. Il percorso lungo portava ad affrontare la scalata della Cima Coppi posta al termine della salita del Bosco di Rezzo, un dolce falsopiano conduceva a San Bernardo di Conio e una successiva dolce discesa portava sino al Colle San Bartolomeo, dove i due percorsi si sono ricongiunti, in quanto il corto ha affrontato la salita del Colle San Bartolomeo da Pieve di Teco lunga 6,6 km. A questo punto, insieme, i percorsi portavano i ciclisti ad affrontare il Passo del Ginestro a quota 654 metri, due soli chilometri che però hanno messo a dura prova la forza dei partecipanti con pendenze che sfiorano il 10%. In seguito era prevista una veloce e tecnica discesa verso Testico dove i percorsi si sono divisi nuovamente: il lungo ha proseguito in discesa sino a Stellanello per proseguire e affrontare l’ultima salita che però presentava le massime pendenze, circa il 15 %, nell’attraversamento della frazione, che ha fatto parecchia selezione. Allo scollinamento dopo 4,3 chilometri di salita, i percorsi si sono riuniti nuovamente: il corto ha percorso la strada di mezza costa che è un dolce falsopiano privo di difficoltà. A circa 20 km dall’arrivo il percorso era ormai facile con l’unica difficoltà uno strappetto di 700 metri che da Crocetta di Moglio porta al Bivio per la Madonna della Guardia, poi una facile discesa attraverso l’abitato di Caso e poi Villanova d’Albenga dove è stata percorsa la strada del mattino in senso contrario sino a presentarsi ad Alassio in Via Marconi dove eraposto l’arrivo. I primi atleti sono arrivati verso le 13:50. Nell’attesa che uno dopo l’altro gli atleti tagliassero il traguardo nei giardini antistanti il palazzo comunale gli organizzatori hanno attivato un invitante villaggio ospitalità ricco di proposte e informazioni.
A tutti i partecipanti è stato offerto in regalo un paio di occhiali da ciclista, come ricordo della giornata. Alle 17, sempre presso i giardini del palazzo comunale, i partecipanti alla manifestazione hanno festeggiato con un aperitivo. In seguito Massimo Dapporto, figlio dell’indimenticato Carlo, è giunto ad Alassio per premiare, insieme alle autorità locali, i vincitori dell’ottava edizione della manifestazione dedicata al grande attore.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli