Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 3843 del 04 Ottobre 2006 delle ore 12:45

Toirano: “A viso aperto”, la pittura acrobatica di Mario Nebiolo

Toirano. Sabato 7 ottobre, a Toirano, il pittore Mario Nebiolo sarà protagonista di una nuova performance di pittura acrobatica. “A viso aperto” è il titolo della spettacolare esibizione di Nebiolo che, appeso ad una corda, dipingerà una parete rocciosa della cava situata di fronte all’ingresso delle Grotte di Toirano. Mario Nebiolo è un artista davvero particolare: dipinge arrampicandosi – assicurato con corde e chiodi – e utilizza un solo piccolo normale pennello e grandi bidoni di colore appesi all’imbragatura. L’happening di pittura acrobatica sarà accompagnata da note musicali, eseguite dal violino di Chiara Gamba e dalla chitarra di Laura Torterolo, unite ad un testo letterario dello stesso Nebiolo, recitato dall’attrice Fiammetta Bellone, giovane promessa del teatro italiano, diplomata alla Scuola del Teatro Stabile di Genova. Lo spettacolo prenderà il via alle ore 21.00 e il pubblico potrà assistere alla straordinaria esibizione dal piazzale davanti all’ingresso delle Grotte. Sono già alcuni anni che Mario Nebiolo partecipa al recupero artistico della cava dimessa che si trova di fronte alle grotte. Nel corso degli anni dalla cava è stata estratta pietra calcarea rossa e grigia e tanta ghiaia. Ora, che non è più funzionante, la cava taglia la montagna come una ferita. L’Amministrazione Comunale di Toirano ha avviato da ormai due anni un processo di recupero dal punto di vista ambientale che utilizza in parte l’arte. Sulle pareti della cava hanno già preso forma sette grandi figure di uomini, enormi figure dipinte sulla roccia, anzi, tirate fuori dalle forme della roccia con linee e colore, L’opera, intitolata “Sette facce sulla pietra”, è stata inaugurata nell’ottobre 2005. Le figure, alte fino a 15 mt., sono state ricavate da Nebiolo, laddove la conformazione e la compattezza della roccia suggerivano una forma, utilizzando colori ad acqua e pennelli e lavorando in parete, da solo, con tecniche da alpinista. Si tratta di uno straordinario museo a cielo aperto con figure a metà tra pittura e scultura che emergono dalle pieghe e dalle fessure della roccia.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli