Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4088 del 14 Ottobre 2006 delle ore 15:56

Seconda giornata di A1, La Filanda Rari Nantes Savona facile sul Camogli

Filanda Carisa SavonaAlbisola Superiore. Esordio casalingo stagionale per la Rari Nantes Savona senza alcun problema: il Camogli è stato regolato per 15 a 5. La partita è stata giocata nella piscina di Luceto che ospiterà tutte le partite di campionato dei biancorossi. E’ stata quindi scongiurata l’ipotesi Prà: la vasca genovese resterà l’alternativa in caso di condizioni climatiche eccessivamente avverse, ma i tifosi della Rari potranno seguirla nella piscina della frazione di Albisola anche nella stagione invernale. Oggi non si presentava certo il problema del clima: una temperatura praticamente estiva ed un bel sole hanno reso piacevole la giornata ai circa 400 spettatori accorsi alla piscina, che si sono consolati così per lo scarso spettacolo visto in vasca.
I ragazzi di Claudio Mistrangelo infatti hanno sbrigato in fretta la pratica Camogli. Gli ospiti si sono presentati a Luceto vogliosi di riscatto dopo la delusione patita 3 giorni fa quando, a un minuto dal termine, conducevano sull’Ortigia e alla fine sono stati sconfitti per 9 a 10. Ma oggi la voglia di far bene degli ospiti non è bastata per colmare il divario con i savonesi, davvero molto netto.
Il Savona si è messo al sicuro già nella prima frazione, conclusa per 5 a 1. Nel secondo periodo ha rafforzato il vantaggio, andando all’intervallo sul 9 a 3. Anche il terzo tempo comincia all’insegna del dominio biancorosso: Rizzo realizza il 10 a 3, Varellas l’11 a 3. A 1’43” dal termine della terza frazione c’è gloria per Binder (miglior realizzatore ospite), che porta i suoi sull’11 a 4. Finisce così il terzo periodo e non si segna più fino a metà del quarto, quando uno scatenato Jokic (5 reti oggi) porta il Savona sul 12 a 4. Poi segnano Rizzo, Rezzano e ancora Jokic, a 1’52” dalla fine. Chiude le marcature Federico Mistrangelo che a un minuto dal termine realizza il definitivo 15 a 5.
Questo il tabellino di oggi:
La Filanda Carisa Savona – ElettroGreen Camogli 15 – 5 (5-1, 4-2, 2-1, 5-1)
La Filanda Carisa Savona: Gerini, Vicevic 2, Bovo 1, Morena, Varellas 2, Rizzo 2, Mistrangelo F. 1, Santamaria, Whalan, Onofrietti 3, Aicardi, Jokic 4.
Allenatore Claudio Mistrangelo.
ElettroGreen Camogli: Szecsi, Nora 1, Angelone, Saviano, Lupo, Binder 3, Weszelovszky, Costa, Figari, La Firenza, Rezzano 1, Fondelli, Foresti.
Allenatore: Alessandro Cavallini.
Arbitri: Daniele Bianchi e Fabio Brasiliano. Delegato FIN: Paggi.
Note: uscito per 3 falli Rezzano (Camogli) nel 4° tempo. Superiorità numeriche: Savona 7/11, Camogli 2/11. Rigori assegnati: Savona 1 (realizzato da Vicevic).
Nelle altre partite della giornata il Posillipo vince a Chiavari senza soffrire troppo: 7 a 11 il finale. Importante successo per il Catania che è passato nella vasca dell’Ortigia per 8 a 11. Vittoria anche per la Florentia, 9 a 12 a Cosenza.
In classifica le due favorite del girone “2” sono già sole: Atlantis Posillipo 6, La Filanda Savona 6, Florentia 4, SP Energia Catania 3, IGM Ortigia 3, Chiavari 1, ElettroGreen Camogli 0, Cosenza 0.
Nel girone “1” il Cremona conferma il suo valore facendo soffrire il Recco, che passa in Lombardia solo per 7 a 5. Gioca bene il Nervi e si trova anche in vantaggio a Padova, poi subisce la rimonta dei padroni di casa che restano a lungo in vantaggio nel terzo e nel quarto tempo. Ma alla fine nessuno riesce a prevalere e l’incontro termina 9 a 9. Pareggio anche nell’anticipo di ieri: 7 a 7 tra Civitavecchia e Bogliasco. Risultato che è ancora da omologare: per un clamoroso errore tecnico il primo periodo è durato 9 minuti (da un paio d’anni la durata è stata ridotta a 8′). Appare probabile che la FIN omologherà il risultato, anche se l’episodio certo non giova all’immagine di questo sport. Dilaga il Brescia sul Salerno: 17 a 5 il finale, dopo che la Leonessa aveva condotto anche per 13 a 0. Partite come questa giustificano la scelta della FIN di riportare la A1, dalla prossima stagione, a 12 squadre: tra le grandi e le altre squadre spesso la differenza di valori è davvero troppo alta. Questa la classifica: Systema Brescia 6 Pro Recco 6 Bissolati Cremona 3 Baxi-Bozzola Padova 2 CN Salerno 1 Enel Civitavecchia 1 RN Bogliasco 1 Sacil HLB Nervi 1.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli