Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4111 del 16 Ottobre 2006 delle ore 09:00

Delitto Moro: verso l’identikit dell’assassino

Savona. Un uomo robusto, forse di media statura, con un’età compresa tra i 50 e 65 anni. Questo potrebbe essere l’identikit dell’assassino di Cristina Moro, la donna uccisa nel suo appartamento di via Guidobono a Savona. Dopo tre settimane di indagini serrate da parte degli inquirenti, l’omicida della donna potrebbe avere le ore contate; si attendono ancora i responsi definitivi sui reperti al vaglio della scientifica ritrovati nella camera da letto e nella casa della vittima, in particolare l’esame del dna su una ciocca di capelli potrebbe risultare decisivo per gli investigatori. E dopo il frenetico giro di interrogatori sul giro di amicizie intime della donna, una trentina di persone sono state ascoltate, sembra confermato che l’omicidio è stato un vero e proprio raptus, non premeditato, un delitto a sfondo passionale maturato a seguito di una violenta lite tra Cristina Moro e il suo carnefice: quel sabato, tra le 17 e mezzanotte, Cristina Moro era in casa con uno dei suoi amanti e dalla ricostruzione della scena del delitto si stava preparando ad un rapporto sessuale. L’ultima telefonata della donna risale a mezzogiorno, nel pomeriggio è uscita per andare al bar, ritornando poi a casa per il suo incontro. Resta da capire perchè l’assassino si sia scagliato così violentemente contro la donna uccidendola brutalmente con cinque coltellate e strangolandola con un cordino da tenda. Gli inquirenti hanno confermato che l’omicida ha agito con molta freddezza, ha pulito l’arma del delitto e ha messo a soqquadro la casa per simulare l’iomicidio a scopo di rapina.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli