Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4143 del 17 Ottobre 2006 delle ore 14:15

Alassio, città in Provincia con la percentuale maggiore di stranieri residenti

Savona. L’Istituto Nazionale di Statistica ha reso noti oggi i dati relativi al bilancio demografico dell’anno 2005 per quanto riguarda la popolazione di cittadinanza straniera residente in Italia. I dati, aggiornati all’1 Gennaio 2006, evidenziano un costante aumento dell’immigrazione sia a livello nazionale che per quanto riguarda la provincia di Savona. Secondo i dati dell’ISTAT i residenti di nazionalità straniera nella nostra provincia sono pari a 12.586 unità su un totale di 282.548 abitanti. Quindi il dato percentuale è pari al 4,45% del totale, un dato perfettamente in linea con quello calcolato su base nazionale: gli stranieri residenti nell’Italia nel suo complesso sono infatti il 4,55%. Lo scorso anno erano 11.114, il 3,95% del totale. Si è avuto un incremento dell’immigrazione sia in valore assoluto, di 1.472 unità, che in valore percentuale. Anche questo dato è in linea con quello nazionale: infatti in Italia, nel giro di un anno, i cittadini stranieri sono saliti dal 4,11% al già citato 4,55%.
I cittadini stranieri che hanno scelto di trasferirsi in provincia di Savona nel 2005 provengono in parte dall’estero (1.364) e in parte da altri Comuni dell’Italia (1.126), mentre quelli che hanno abbandonato il Comune in cui abitavano lo hanno fatto per cambiare paese (977) o, in rarissime eccezioni (88), sono tornati al loro Stato di origine. Sempre nell’ambito della nostra provincia, sono stati 121 gli immigrati che hanno acquisito la cittadinanza italiana. Mentre su un totale di 2.166 nascite, 222 (il 10,2%) riguardano neonati stranieri, una percentuale davvero rilevante.
Per quanto riguarda i 12.586 stranieri che abitano a Savona e provincia, 2.764 di loro sono minorenni, 6.316 sono di sesso femminile (di cui 1.325 minorenni) e 6.270 di sesso maschile (1.439 minorenni). Le nazioni di origine degli immigrati sono ben 115, che fanno di Savona una provincia sempre più multietnica. In particolare, gli stati più rappresentati sono, nell’ordine, l’Albania con 4.227 residenti, davanti al Marocco con 1.838 e, a seguire, Ecuador 867, Romania 699, Egitto 602, Ucraina 353, Germania 346, Cina 329, Perù 219, Tunisia 197, Francia 156, Colombia 155, India 141, Polonia 136 e a seguire tutti gli altri, con cifre minori.
Osservando i dati relativi agli stati dell’est Europa e del sud America, possiamo notare come siano soprattutto le donne a trasferirsi nei nostri paesi: l’88% dei 353 ucraini sono di sesso femminile, così come il 73% degli ecuadoregni e dei polacchi, il 71% dei brasiliani, il 70% dei colombiani, il 68% dei peruviani, il 66% dei rumeni. Sono invece in maggioranza di sesso maschile gli immigrati provenienti dagli stati nordafricani: Egitto (72%), Algeria (72%), Marocco (66%) e Tunisia (61%), oltre che dall’Albania (57%).
Analizzando i singoli comuni di residenza, i cittadini stranieri appaiono abbastanza uniformemente distributi sul territorio. Per quanto riguarda i dati dei comuni più popolosi (quelli al di sopra dei 4.500 abitanti), possiamo notare come i paesi nei quali la percentuale di immigrati residenti è più alta e si pone, anche se non di molto, al di sopra della media della provincia, sono Alassio (6,6%), Cairo Montenotte (6,3%), Borghetto Santo Spirito (5,7%), Loano (5,3%), Albenga (5,2%), Savona (5,1%), Ceriale (4,9%) e Pietra Ligure (4,6%). Nella città del Muretto gli stranieri sono ben 745 su 11.268 residenti, in prevalenza marocchini (137), albanesi (112) ed egiziani (102). All’opposto, i comuni con una percentuale di cittadini stranieri al di sotto della media sono Andora (4,3%), Finale Ligure (3,8%), Carcare (3,4%) Varazze (2,9%), Vado Ligure (2,7%), Albissola Marina (2,4%), Albisola Superiore (2,2%), Quiliano (1,9%) e Celle Ligure (1,7%).


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli