Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4147 del 17 Ottobre 2006 delle ore 15:09

Rutelli: “La tassa di soggiorno va ridefinita”

Spiaggia della RivieraPonente. “La tassa di soggiorno è molto discussa e le Regioni possono impugnarla. Per questo se ne consiglia una diversa formulazione, una ridefinizione legislativa, per evitare che la norma sia annullata per il ricorso delle Regioni, per altro già annunciato”. Sono le parole del vicepremier e ministro dei beni culturali Francesco Rutelli, che stamane ha chiuso il convegno promosso dall’Osservatorio sul turismo. “Invito gli operatori – ha aggiunto Rutelli – a collaborare alla soluzione per non dare il messaggio che il nostro Paese sia il ‘sarchiapone’. La tassa di soggiorno esiste in tutto il mondo. La soluzione al tema va trovata con flessibilità e intelligenza”. Il leader della Margherita ha aggiunto che “l’esigenza di poter dare una remunerazione in più alle grandi città per offrire maggiori servizi, esiste” e ha detto che le città che maggiormente chiedono l’introduzione della tassa sono Venezia, Firenze e Roma ma che comunque essa toccherà solo qualche centinaio tra gli 8 mila comuni italiani. Infine, secondo Rutelli, la misura deve riguardare l’intera filiera turistica senza ricadute esclusive sull’alberghiero.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli