Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4144 del 17 Ottobre 2006 delle ore 14:44

Sistema Ingauno: la Camera di Commercio progetta lo sviluppo

Giancarlo Grasso, presidente Camera di CommercioAlbenga. “Albenga ha una parte importante nell’economia savonese. Vogliamo offrire strumenti che ne valorizzino sempre più il ruolo, in modo che il sistema economico possa affrontare i mercati in un’ottica di sviluppo, anche grazie al supporto delle istituzioni. Oggi terremo un convegno proprio sulle opportunità presentate dall’area ingauna e mi auguro che con l’aiuto della Camera di Commercio si favorisca la crescita di questa realtà produttiva, nell’interesse non solo degli operatori economici ma della società intera”. Queste le parole espresse a Ivg.it dal Presidente della Camera di Commercio di Savona Giancarlo Grasso, impegnato stamane in un incontro pubblico presso il Comune di Albenga per presentare lo studio documento realizzato dall’ente camerale sul “Sistema Ingauno”. La manifestazione di consegna di attestati alle aziende florovivaistiche premiate ad Euroflora 2006 è l’occasione per fare il punto sull’identità del comprensorio ingauno, sulla centralità delle infrastrutture, raddoppio ferroviario e Aurelia bis in testa, sul ruolo guida dell’agricoltura e del turismo, sull’azione sinergica tra settori produttivi e di servizio. Con le loro produzioni d’eccellenza, le aziende florovivaistiche della provincia partecipanti alla grande manifestazione di Genova hanno ottenuto 71 primi premi, 46 secondi premi e 5 terzi premi: 122 in totale su 63 aziende presenti. Si è avuto, così, conferma di un polo produttivo di straordinaria importanza internazionale (e non solo per le piante in vaso).
Il “Sistema Ingauno” viene suddiviso in sottoprogetti rappresentati dalle filiere di riferimento, che a loro volta individuano interventi specifici con l’indicazione puntuale delle fasi di realizzazione. Per la filiera agricola si auspica un maggiore inserimento delle imprese nei mercati nazionali e internazionali, un parco tecnologico, il rafforzamento del CeRSAA e l’intensificarsi dei rapporti con l’università specialmente nell’ambito della creazione della facoltà di agraria. Per la filiera del turismo l’obiettivo è quello di potenziare l’immmagine del turismo ingauno, prospettare un parco archeologico e un maggiore rapporto con il mondo accademico, nonché una rivalorizzazione del settore delle costruzioni in modo da riequilibrare le esigenze della ricettività turistica con il boom delle seconde case degli ultimi anni. Per la filiera produttiva occorre sviluppare economie di localizzazione, marketing territoriale e ricerca di aree produttive. Per la filiera infrastrutturale gli imperativi sono autoporto, infrastrutture di servizio (Aurelia Bis, Albenga-Garessio-Ceva, raddoppio ferroviario) e rilancio aeroportuale (potenziamento dello scalo di Villanova anche in funzione del trasferimento della Piaggio). Sotto quest’ultimo punto di vista il presidente Grasso ha dichiarato: “Speriamo molto nelle infrastrutture, nell’aumento dei traffici e dei commerci e confidiamo che tutto questo vada di pari passo con il miglioramento della viabilità interna, che significa poi aumento della qualità della vita oltre che di creazione di un sistema di mobilità competitivo per i settori produttivi”. Con il progetto “Sistema Inaguno” la Camera di Commercio vuole sottoporre agli enti locali e alle imprese uno strumento direzionale di sviluppo e crescita economica a livello comprensoriale che mantenga specifici rapporti con le altre realtà della Provincia. La ricerca preparata dalla Camera di Commercio savonese, seguendo il trend delle aziende nell’ultimo quinquennio, ha posto in rilevo i prodotti che paiono godere positivamente della loro localizzazione e le attività che si troverebbero comunque bene nella zona. In sostanza, le reali possibilità di un allargamento della base produttiva pur sulla base di esigenze specifiche di infrastrutturazione del territorio, ovvero degli aspetti legati alla rete viaria, autostradale e ferroviaria e alla necessità di nuove opere.
Alle 15, presso l’aeroporto di Villanova d’Albenga, si terrà il convegno dedicato appunto al Sistema Ingauno. Vi parteciperanno: Marco Bertolotto, presidente della Provincia di Savona; Roberto Peluffo, assessore alla Pianificazione della Provincia di Savona; Carlo Scrivano, assessore all’Agricoltura, Turismo e Cultura della Provincia di Savona; Marco Melgrati, sindaco di Alassio; Antonello Tabbò, sindaco di Albenga; Franco Floris, sindaco di Andora; Giuliano Miele, sindaco di Garlenda; Domenico Cassiano, sindaco di Villanova d’Albenga; Pietro Revetria, sindaco di Ceriale e presidente della Comunità Montana Ingauna. Carlo Ruggeri, assessore Regionale alla Pianificazione, affronterà invece il tema “Il Ponente Ligure nella politica di programmazione regionale”. A conclusione dell’incontro verrà distribuita ai presenti copia della ricerca, in due tomi, su “Sistema Ingauno, analisi, piano strategico e progetti di sviluppo”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli