Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4408 del 27 Ottobre 2006 delle ore 10:33

Ritrovato ordigno bellico nel porto di Savona

Savona. Il 32° reggimento Genio Guastatori, responsabile per gli interventi di bonifica occasionale del territorio da residuati bellici per le regioni Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, è stato attivato in seguito al ritrovamento, in una banchina del porto di Savona, di una bomba d’aereo risalente all’ultimo conflitto mondiale. Il Nucleo EOD, comandato dal cap. Tiracorrendo, effettuerà in data odierna una ricognizione del sito al fine di poter procedere con il successivo disinnesco e brillamento presumibilmente nella giornata di sabato 28. Dal 1 aprile di quest’anno, gli interventi di bonifica occasionale del territorio da ordigni residuati bellici da effettuare nella regione Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta sono a cura del 32° reggimento Genio Guastatori della brigata alpina “Taurinense”, unità altamente operativa di stanza a Torino. Il personale dei nuclei di intervento (3 Ufficiali, 2 Sottufficiali e 2 militari di truppa) è altamente qualificato, avendo frequentato tutti i corsi per la bonifica di ordigni esplosivi, ma soprattutto ha accumulato una notevole esperienza in tutti i teatri in cui opera l’Esercito (dal Mozambico all’Iraq, passando per la Bosnia, il Kosovo e l’Afghanistan), dove i rischi collegati all’esplosione di ordigni sono elevatissimi, e dove hanno fornito un contributo qualificato ed importante allo sminamento ed alla normalizzazione post-conflitto. Finora sono stati oltre 50 gli interventi effettuati dai nuclei di intervento del 32° Genio della “Taurinense”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli