Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 4680 del 07 Novembre 2006 delle ore 13:23

Operazione Oriente: smantellata organizzazione cino-italiana

Operazione carabinieriSavona. Vasta operazione del Comando provinciale dei carabinieri di Savona contro lo sfruttamento della prostituzione orientale. Gli uomini dell’Arma, dopo circa sei mesi di indagini, attraverso una serie di filmati, pedinamenti e intercettazioni ambientali hanno scoperto due diversi giri di prostituzione, uno cinese ed uno tailandese. L’operazione, ribatezzata appunto “Oriente”, ha portato all’arresto di cinque persone: Vito Moceri, 42 anni, originario di Palermo, ma domiciliato a Loano, camionista di professione, sposato con Zheng Ping, 33enne, entrambi in manette per sfruttamento della prostituzione; i carabinieri hanno poi arrestato per il medesimo reato Xie Zhong Bin, 34enne, domiciliato a Savona e Venezia Mestre, irregolare sul territorio, e Chao Feng Yin, 31enne, anch’essa domiciliata a Savona e Venezia Mestre e non in regola con le norme sull’immigrazione. Nell’ambito dell’indagine è finito anche in manette Luca Pecoraro, 42enne, domiciliato a Varazze e rappresentante di commercio, sposato con una ragazza tailandese, che nel suo appartamento faceva prostituire due ragazze tailandesi. Le ragazze cinesi arrivavano dalla Chinatown milanese di via Storti e venivano portate in cinque appartamenti intestati a Vito Moceri, capo dell’organizzazione: gli alloggi erano dislocati due a Savona, uno a Loano, uno a Ceriale, uno a Sanremo. Secondo gli accertamenti eseguiti dai carabinieri di Savona, il giro di prostituzione cinese coinvolgeva almeno sei ragazze, alcune delle quali venivano fatte prostituire anche in Veneto. Il giro d’affari del gruppo criminale cino-italiano è stato stimato in circa 5/6.000 euro a settimana. “E’ un risultato importante nella lotta allo sfruttamento della prostituzione in provincia di Savona – ha dichiarato il comandante provinciale dei carabinieri di Savona Francesco Laurenti – E’ stata un’indagine difficile viste le modalità d’azione dell’organizzazione che operava sopratutto in ore diurne. I carabinieri del Comando provinciale continiuano a monitorare il fenomeno della prostituzione sul territorio savonese che, come si è visto, non coinvolge solo ragazze dell’Est europeo”.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli