Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 5323 del 29 Novembre 2006 delle ore 12:08

Loano: “Autori e Liguria” incontro con Andrea Casazza e Max Mauceri

Loano. Venerdì 1 dicembre, prende il via, a Loano, la rassegna letteraria  Libri sotto l’Albero – Loano Legge, iniziativa, promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, dedicata al tema  “Autori e Liguria”. Alle ore 18.00, nella Sala Consiliare di Palazzo Doria, Graziella Frasca Gallo incontrerà Andrea Casazza e Max Maceri, autori del libro “Liguria Criminale, 10 casi insoluti di cronaca nera”. Il libro racconta di dieci delitti insoluti perpetrati in Liguria nell’arco di tempo che va dal luglio del 1978 al luglio del 1996. Dieci scenari qualsiasi che, improvvisamente, vengono illuminati in un modo diverso, che impongono di essere osservati sotto un altro profilo. Non più case e macchine, radure e passeggiate a mare, ma luoghi differenti da tutti gli altri: luoghi in cui è stato perpetrato un delitto, in cui qualcuno ha reciso il filo che legava qualcun altro alla vita con fredda determinazione, con rabbia e violenza, con disperata follia. Dieci storie di uomini e donne che hanno riempito le pagine dei giornali, suscitato curiosità e angoscia, lasciando dietro di sé un reiterato mistero: quello legato a un nome. Il nome dell’assassino. Non sono gli unici omicidi che, in questi diciotto anni, non hanno trovato soluzione. Ci sono, nella storia criminale della Liguria del dopoguerra, decine di casi avvolti nel mistero e archiviati. Fascicoli pieni di riscontri, interrogatori e analisi della polizia scientifica sui quali la polvere si è andata accumulando sino a nascondere perfino la scritta: caso insoluto. Gli autori ne hanno scelti dieci che meritano di essere ricordati perché, per ragioni del tutto differenti, il mistero che ognuno di questi casi nasconde, chiede con più forza di altri di essere svelato.
La rassegna prosegue, Venerdì 15 dicembre, con la presentazione del volume “Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità della Liguria” di Giampiero Orselli, Stefano Roffo, Marco Scuderi. Il libro è un viaggio approfondito nella Liguria, descrive minuziosamente, comune per comune, frazione per frazione, per dar modo al visitatore di conoscerla disponendo di una guida che lo porti per mano a scoprire anche gli angoli più nascosti e segreti di una terra affascinante ma non disposta a concedersi al turista frettoloso. Si trovano i luoghi meta dei grandi Tour dei viaggiatori inglesi dell’Ottocento (come Nervi, Sanremo e Bordighera), quelli resi celebri dai rotocalchi fin dagli anni Cinquanta del secolo scorso, perché vi facevano follie Brigitte Bardot e Gigi Rizzi (un nome per tutti: Portofino). Ma la guida svela anche le tante perle della costa e i mille paesini e borghi dell’entroterra dall’aria sopraffina, il cibo squisito, l’ospitalità calda. Gli autori hanno anche raccolto usanze, feste, opere architettoniche, segreti e “ceti”, come si dice qui, che mai avreste sospettato; i commenti di Hemingway sul “muretto” di Alassio, le tragicomiche disavventure di Hitchcock sulla riviera, e poi leggende di fate, fattucchiere e fantasmi, vicende di lotta con i pirati Saraceni, storie di naviganti, pescatori e altri “lavoratori del mare” abituati a vivere sull’acqua e a sognare le ” “creuze” di mare di cui cantò De André. Venerdì 22 dicembre, la rassegna “Autori e Liguria” si chiude con la presentazione del libro “I Giovedì di Agnese. Donne in guerra” di Cristina Rava. La voce narrante di questo libro non è quella di uno storico o di un giornalista, di un politologo o altra persona esperta, è la voce di una vecchia maestra di un paese della provincia ligure come ce ne sono tanti. Lei ricorda ed i suoi ricordi, raccolti in forma di chiacchierata, dipingono un mondo di personaggi, di suggestioni perdute, di piccoli fatti, qualche volta drammatici e qualche volta grotteschi. È la vita della gente, quella vera, durante gli anni della guerra: le rinunce, la paura e, nonostante tutto, la voglia di vivere e di ricominciare. L’autrice Cristina Rava, che ha raccolto le testimonianze della maestra Agnese, è nata ad Albenga nel 1958. e vive a Cisano sul Neva. I giovedì di Agnese è il suo terzo lavoro, preceduto da due raccolte di novelle, Maravarez e Historie Strampalate.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli