Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 5707 del 12 Dicembre 2006 delle ore 08:06

Savona, danni per onda anomala: parla il presidente Canavese

Savona. Smorza i toni catastofrici dei danni provocati dall’onda anomala che si è abbattuta nella notte tra venerdì e sabato nell’area 32 del terminal auto del porto di Savona. Così Cristoforo Canavese, Presidente dell’Autorità portuale di Savona-Vado a Ivg.it: “Non è stata una vera e propria onda anomala, semmai si è trattato di una forte concentrazione, certo straordinaria, di energia che ha interessato una parte minima dell’area, proprio all’altezza della palazzina, le immagini delle telecamere interne all’area portuale sembrano confermarlo. Gli spruzzi dell’ondata si sono alzati per tre volte l’altezza della palazzina… Non ci sono stati danni strutturali al molo, problemi solo alle pavimentazioni, al piano terra dell’Avvisatore Marittimo e alla cabina elettrica. I danni, secondo una stima reale, non superano i 200 mila euro e provvederemo noi come autorità portuale agli interventi necessari di ripristino delle parti danneggiate. La banchina è tornata operativa praticamente il giorno stesso, sabato, con due carichi di auto. Le vetture danneggiate dalla massa d’acqua sono circa una cinquantina, poca cosa se pensiamo che erano parcheggiate nella banchina circa 3000 auto, quindi un danno comunque limitato. Al momento sono stati necessari solo interventi di pulizia per i detriti presenti sul molo. Solo per il danno alle macchine stiamo ancora valutando se chiedere o meno l’intervento dello Stato, per il resto saremo noi a provvedere ai lavori di riparazione delle strutture portuali”.
Il Presidente della Port Authority smentisce anche eventuali ripercussioni negative sulle attività marittime e spedizioniere per il porto di Savona: “è stato un evento del tutto eccezionale su una parte molto localizzata del porto, non credo si avranno conseguenze negative, anzi proprio in quella zona a breve bandiremo l’appalto per incrementare l’area di stoccaggio e imbarco delle autovetture”.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli